Gioco meglio in allenamento che in partita



by   |  LETTURE 7064

Gioco meglio in allenamento che in partita

Hai mai pensato "Sto giocando così bene in allenamento, ma quando si tratta di partite, non riesco a fare il mio gioco"?

In realtà, questo è uno dei commenti che ho sentito più spesso nella mia carriera di allenatore.

Giocatori che mi dicono: sono grande in allenamento ma faccio schifo nelle partite.
Molti giocatori lottano quando è il momento della partita.

È il tuo caso?
Perché giochiamo meglio in allenamento che in partita?

Non si tratta di tennis, si tratta di competere.
Indipendentemente dal livello, in una partita ci sarà sempre una pressione maggiore rispetto al campo di allenamento. Devi affrontare questa pressione e concentrarti su ciò che devi fare per avere successo.

Condividerò con te 3 suggerimenti per migliorare le tue abilità di gioco:

Suggerimento 1: gioca più partite
Più partite giochi, meglio riuscirai a gestire la pressione e meno nervoso diventerai. Per ridurre la quantità di stress, devi essere nella situazione il più spesso possibile. Inoltre ho notato che quando i giocatori sentono molta pressione perche' vogliono vincere a tutti i costi, se, invece sanno che ci saranno tantissime altre partite (perché sono pianificate),  questo abbassa quella pressione.
Quanto spesso giochi le partite di allenamento?
Assicuriamoci ad ogni allenamento un po' di tempo per le partite, o almeno alcuni punti (può essere un tie-break, un super tie-break...).
Bonus: fai ancora più pressione su te stesso
Prendi un partner che e' piu' debole di te, gioca un set e decidi in anticipo il punteggio con cui vorresti finire la partita, in modo che la pressione sia su di te.
Altri trucchetti per essere sotto pressione: invece di iniziare 0-0, inizia 0-30 al servizio e 15-0 al ritorno. Se riesci a imparare come affrontare le situazioni di pressione durante l'allenamento, si tradurrà in match play.

Consiglio 2: Concentrati su obiettivi che dipendono solo da te
Quando giochi una partita, su cosa ti concentri? La maggior parte dei giocatori vuole vincere così tanto che si concentra sul risultato: vincere. Il problema è che il punteggio non dipende da te. Il punteggio dipende dall'avversario e dalla tua capacità di eseguire bene gli schemi giusti. Vincere non è un obiettivo. È un risultato.
L'obiettivo è concentrarsi su ciò che si desidera ottenere. Pensa ai tuoi colpi, pensa ai tuoi schemi migliori e decidi cosa vuoi ottenere. Possono essere cose come prendere la palla in anticipo, aprirsi il campo in un determinato modo, arrivare a rete, ecc. Poi vedremo il risultato dopo. Se pensi al risultato durante la partita, perderai di vista le cose che dovresti fare per raggiungere il risultato.

Suggerimento 3: prepara un piano di gioco
Dico sempre che la preparazione è la chiave. Le partite si vincono spesso negli spogliatoi. Ed è vero.
Prima della partita, prenditi del tempo per sederti con il tuo allenatore o con te stesso e stabilire un piano di gioco. Lo fai prima di ogni partita? Il piano di gioco dovrebbe includere i tuoi schemi migliori, ma anche i punti deboli dell'avversario. Puntando sui tuoi maggiori punti di forza e sui punti deboli del tuo avversario, aprirai una vasta gamma di opportunità.
Bonus: porta un taccuino È facile essere sopraffatti durante una partita. Una cosa che puoi fare è portare una nota in campo. Scrivi 3-5 cose su cui ti concentrerai durante la partita.

Implementa questi 3 segreti (non così segreti) e vedrai una grande differenza nella concorrenza. Fino alla prossima volta,