Rimanere concentrato



by   |  LETTURE 4834

Rimanere concentrato


Sviluppare la capacità di concentrarsi può essere difficile perché è necessario filtrare la normale consapevolezza dell'ambiente circostante. A questo proposito ho avuto esperienze con diversi top player.
Maria Sharapova—Il suo obiettivo è tutto il tennis. Che si tratti della sua routine intermedia in cui sta guardando le sue corde o ha gli occhi incollati alla palla durante il gioco, è in missione.
Novak Djokovic—A volte chiamato "il burlone", non ha paura in un momento critico di rivolgersi ai fan e mettere in scena uno spettacolo o cercare supporto.
John McEnroe—Ha discusso costantemente durante le sue partite. Le statistiche hanno mostrato che è stato in grado di concentrarsi sulla palla subito dopo queste esplosioni e di vincere l'80% dei punti. Molti avversari pensavano che lo facesse per rompere la loro concentrazione.
Boris Becker—Per rimanere concentrato, Boris ha alleviato la frustrazione con gesti controllati di rabbia. Ad esempio, se sbagliava un colpo, si dava una pacca sulla gamba e urlava qualche frase tedesca. Oppure lanciava un'occhiataccia all'arbitro, si avvicinava a lui e faceva sapere a tutti nello stadio che lo stava avvisando.
Jimmy Connors—Metteva in scena uno show televisivo completo in ogni ogni punto, in ogni set, in ogni partita.
Billie Jean King — Dice spesso che durante una partita era così concentrata sul punto successivo che si sarebbe dimenticata con chi stava giocando. La sua attenzione era centrata sulla palla e sul punto che stava giocando.

Potrei andare avanti all'infinito, ma tutto si riduce a un fattore: essere pronto. Sei pronto per la prossima palla, il prossimo colpo o qualunque cosa tu stia facendo?
La tua mente e il tuo corpo sono concentrati sull'essere pronti a mettersi in marcia senza perdere il vantaggio?
Ho imparato molte cose dai miei studenti:
- Quello che è successo è storia. Non hai alcun controllo sul passato.
- Siamo tutti umani e soggetti a "guasti" durante il percorso.
- La penalità più drastica che puoi ottenere è un punto contro di te.
- Ci sono molti alti e bassi nelle partite di tennis. I giocatori che riescono a mantenersi positivi e a competere durante i momenti "bassi"  senza arrendersi mentalmente hanno un grande vantaggio.
- Ricorda, non è finita finché non è finita.

Qui vale un cliché: "Non cambiare mai una tattica vincente, se non forse per intensificarla". Non cambiare da uno stile da fondocampo al serve and volley. Rimani con il gioco che ti ha permesso di avere successo.
Ovviamente, vincere un punto alla volta e non pensare al punteggio sono abitudini dei vincitori.
Regalare una punto o un gioco, è qualcosa che ogni atleta deve affrontare. Nessuno ne è immune. Alcuni mascherano la sensazione meglio di altri. Perdere quando la vittoria sembra imminente si verifica in tutti gli sport. Non c'è una formula, ma c'è una cosa che puoi fare per evitare di regalare una partita. Allenati attraverso sessioni di allenamento di qualità e impara a mettere da parte una partita quando sei in vantaggio. Ricorda, gli allenamenti di qualità generano corrispondenze di qualità.

By Bollettieri