Come aumentare la tua intensita' e livello di gioco



by   |  LETTURE 5677

Come aumentare la tua intensita' e livello di gioco

Molto raramente i giocatori scoprono cose nel match play che non hanno elaborato sui campi di allenamento. Se ti sei allenato correttamente e con la giusta mentalita' nel tempo prima della competizione, le routine, gli schemi di gioco e i vari colpi,  tutto verra' eseguit quasi senza pensarci troppo.

Come aggiungi responsabilità, pressione e stress alle tue sessioni di allenamento? Ci sono diversi modi. Piuttosto che limitarsi a colpire senza pensare, crea sfide coerenti con gli obiettivi da raggiungere. “Proviamo a mettere insieme il crosscourt di diritto e raggiungere i 100 di fila senza errori. Quando faremo un errore, ricominciamo da capo". Pensa a come creare incentivi affinché entrambi i giocatori desiderino raggiungere l'obiettivo.

Quando gareggi testa a testa nei punti durante un allenamento, rendilo competitivo, con penalità concordate per il giocatore che sbaglia o perde o premi per il giocatore che vince. Affrontare sfide come queste, aggiunge pressione competitiva e crea fiducia mentre raggiungi gli obiettivi.

Impara a concentrarti

Bjorn Borg: “Nel momento in cui entri in campo, la partita inizia. Ogni movimento, ogni contatto di palla, ogni colpo andato a segno deve essere giocato con la concentrazione del match point”. Se ti alleni in questo modo, migliorerai immediatamente. Imparerai l'arte della concentrazione, che con il tempo si tradurrà in match play.

Riduci gli errori non forzati
Che cos'è un errore non forzato? Dal punto di vista della tabella delle partite, è un errore che si verifica quando il giocatore ha il tempo sufficiente per eseguire, ma sbaglia. In sostanza, la causa dell'errore non può essere attribuita alla palla in arrivo dall'avversario.
Un errore forzato si verifica quando la palla in arrivo dall'avversario riduce il tempo per impostare o compromette l'equilibrio del giocatore che commette l'errore.

Non farlo!!!!!!. Nessuno sano di mente inizierebbe un punto pensando che sarebbe una buona idea commettere un errore non forzato, ma gli errori non forzati spesso si verificano più spesso dei vincenti. . . ma mai di proposito. Molti errori non forzati si verificano quando smetti di mettere a fuoco.
Riduci i tuoi errori non forzati nella pratica e li ridurrai nel match play.
Concentrati, concentrati, concentrati.
Il modo in cui ti alleni è il modo in cui giocherai.
Per costruire nuove abitudini devi sperimentare, trovare il tuo ritmo e poi ripetere il compito più e più volte finché non accade senza pensare. Sfida te stesso con obiettivi per migliorare la tua precisione, obiettivi di coerenza che creano fiducia nelle tue capacità e qualsiasi tipo di misurabilità che puoi incorporare in modo che ci sia un senso di competizione contro te stesso.
L'obiettivo è sforzarsi di essere migliori oggi rispetto a ieri.

Allenati muovendoti come se non ci fosse un domani!

Invia un messaggio forte all'avversario che sei abbastanza in forma e disposto a difendere ogni centimetro del campo. Nel tempo, l'avversario inizierà a ridurre il suo margine di errore, cercando di forzare ogni palla per indurre l'avversario ad essere fuori posizione. È allora che gli errori iniziano ad accumularsi ed e' allora che la mente e la concentrazione e la fiducia cominceranno a vacillare!
Come disse una volta Richard Williams, "Non chiamare, in allenamento, quando una palla e' fuori, non lasciare una palla. . corri per ogni palla che sia dentro o fuori e gioca tutto!” Non pensare se la palla è dentro, fuori o in rete. Questo ti costerà tempo. La frazione di secondo in cui vedi arrivare la palla, muoviti.