SEI CONSISTENTE QUANDO GiOCHI?



by   |  LETTURE 4566

SEI CONSISTENTE QUANDO GiOCHI?

Ciao 

oggi ti voglio parlare di CONSISTENZA.
Ho letto un bellissimo post di un coach che stimo molto, Patricio Remondegui, in cui spiegava il concetto di CONSISTENZA.
Bellissimo!
L'ho letto e riletto varie volte perche' mi aveva affascinato...incuriosito molto!

Attualmente i maestri che vedo parlano sempre di consistenza quando i propri allievi giocano a tennis.
Nello stesso tempo cercano di spingerli a giocare a ritmi davvero alti...e da li' arrivano gli errori...e quindi poi la fiducia si perde!

Il dizionario Treccani intende la consistenza come SOLIDITA'.
Quindi se lo portiamo nel tennis = sbagliare poco! 

Ecco che i coaches cominciano a pensare: 
- "gioca con maggiore spin"
- "forse qualcosa non va nella tecnica"
- "gioca piu' alto sopra la rete"
- "muoviti meglio"
E tanti altri pensieri o suggerimenti!
Giusti o sbagliati?
Tutto perfetto!
Tutto corretto!

Guardiamo il tennista che in quel momento sta sbagliando ... che non tiene lo scambio...che e' privo di fiducia...e niente di errato: e' perfetto con gli appoggi, buona tecnica!
Ma allora come mai continua a sbagliare e non essere consistente?

Spessissimo la consistenza non e' un problema tecnico ma proprio di atteggiamento.
E' sbagliato l'approccio su come vogliamo giocare! Su come il nostro tennista (figlio o allievo) decide di giocare.
Non voglio sveglare troppo altrimenti poi non avrai il gusto di leggere l'articolo di Pat Remondegui: esprime concetti semplici (dopo che si sono letti) e assai utili e aprono la mente su come dovremmo giocare per diventare consistenti

Prova a leggere l'articolo e dimmi cosa ne pensi?
https://www.tennisworlditalia.com/4tennis/1108/psicologia-del-tennis/tennis-mentale/la-consistenza-non-e-un-problema-tecnico-e-una-decisone-tattica/

Per i commenti invece puoi andare sulla pagina Facebook specifica
https://www.facebook.com/4Tennisitalia

Ciao e buona giornata
Federico

I RISULTATI SI OTTENGONO SOLO CON MOLTO LAVORO
“Io non credo nella predestinazione. I risultati si ottengono solo con molto lavoro. Nella mia carriera sportiva mi sono allenato 5-6 ore al giorno, tutti i giorni, per 365 giorni l'anno, tra gare e allenamenti, per quasi 20 anni”
Pietro Menna, la ‘Freccia del Sud’