Come chi raggiunge grandi risultati si prepara davvero per vincere



by   |  LETTURE 4247

Come chi raggiunge grandi risultati si prepara davvero per vincere

L’idea che la motivazione conduca al successo e’ un falso mito.
La motivazione e’ il risultato di un processo non una causa. Non e’ la motivazione a generare il successo, sono i piccoli successi a generare una motivazione costante e a permetterti di raggiungere i tuoi obiettivi divertendoti.

L’idea che la motivazione sia un prerequisito, una scintilla necessaria ad intraprendere la via del successo è un mito insidioso. La motivazione in realtà è un risultato, il risultato di un processo, e si nutre della soddisfazione di vedere se stessi progredire giorno dopo giorno.

La motivazione non è qualcosa che hai, ma qualcosa che ottieni automaticamente quando raggiungi anche solo un piccolo successo, è una sensazione di appagamento e gratificazione generata dalla dopamina, un ormone che si attiva ogni volta che fai un progresso.

Il successo è un processo, è ripetibile e prevedibile, ha poco a che vedere con lo sperare, il pregare, il desiderare, ma molto con l’agire, il fare in maniera diligente, il fare la cosa giusta nel modo giusto e nel continuare a farlo, ancora e ancora.

LEGGI ANCHE: Tu, conosci te stesso?

La strada verso un obiettivo è piena di innumerevoli ore di lavoro e di sacrificio che equivalgono a innumerevoli opportunità di sentirsi bene per ciò che si è raggiunto, ogni volta e ogni giorno durante il cammino. Una parte di soddisfazione può essere trovata nel raggiungimento, ma la vera fonte di felicità, costante e duratura, sta nel processo.

Non devi pensare che “un giorno” sarai felice di te stesso, puoi essere felice oggi stesso.

La motivazione non è la scintilla

La motivazione è generalmente intesa come una scintilla, una precondizione, un prerequisito, un “pre” qualcosa che è necessario avere prima di poter iniziare. Se non siamo motivati non possiamo iniziare. Falso! La vera motivazione subentra dopo aver iniziato, la motivazione non è passiva ma attiva.

Iniziare è la cosa più difficile, il compito che abbiamo di fronte ci sembra scoraggiante, è per questo che spesso procrastiniamo. Ma una volta iniziato, un flusso di soddisfazione ci infonde nuova forza ed euforia, una volta che inizi qualcosa che hai rimandato a lungo ti rendi conto che non era poi così difficile come avevi immaginato. Perché? Perché migliorare ti fa sentire bene, genera fiducia e accresce la tua competenza, cosa che a sua volta fa aumentare l’autostima. Una volta che ti sei attivato per fare qualcosa che ti avvicina all’obiettivo prefissato, il processo diventa sempre più facile. Ti senti bene perché sei impegnato e coinvolto, sei motivato perché sei in azione.

Una volta partiti è facile continuare ad andare.

Se aspetti l’ispirazione non inizierai mai, ma sappi che non ci sono scorciatoie, il vero successo non è mai istantaneo.

La fiducia viene dalla preparazione. L’ansia, la paura, la mancanza di fiducia non vengono da chissà dove ma dalla mancanza di preparazione, una volta che realizzi che ti puoi preparare, che puoi imparare delle tecniche per fare sempre meglio ciò che stai cercando di fare, diventerai naturalmente sempre più fiducioso.

Le persone di successo non sono nate con una maggiore forza di volontà, sono solo più disciplinate. Ciò che ti conduce al successo è un combinazione di passione e perseveranza, la capacità di lavorare duro e di rispondere con resilienza ai fallimenti e alle avversità. Non è necessario avere un dono, basta essere se stessi e fare tutto lo sforzo necessario.

LEGGI ANCHE: Sviluppare un’autostima positiva

Quando investi il tuo tempo e i tuoi sforzi, quando progredisci, quando guadagni un certo livello di abilità ti trasformi nella cosa che stai cercando di raggiungere; col tempo diventi quello che stai facendo. A questo punto non hai più bisogno di motivazione o di forza di volontà: fai quello che devi fare perché è quello che sei. Senza rendertene conto abbraccerai la tua routine e non il tuo obiettivo. Ogni giorno ti sentirai bene con te stesso e questa sensazione di realizzazione sarà la ragione per ricominciare da capo il giorno successivo.

Il successo è una semplice equazione: successo = motivazione = più successo = più motivazione

Maggiore è la concentrazione, minori sono le possibilità di successo

Un altro mito da sfatare è quello della concentrazione. Facciamo un esempio: oggi sei arrivato al lavoro puntuale e hai portato i bambini a scuola in orario. Perché? Perché non avevi scelta. Avere troppe possibilità di scelta è un problema perché ti obbliga a decidere cosa vuoi fare. Ecco perché il potere della routine è così importante, quando segui una routine smetti di negoziare con te stesso, la routine diventa un compito, non è più una cosa che scegli di fare, è semplicemente quello che fai.

Essere costantemente concentrarti sull’obiettivo finale non è affatto motivante: spesso la distanza tra il punto di partenza e il punto di arrivo è troppo grande e demoralizzante. I grandi sogni sono inutili, muoiono e si trasformano in rimpianti senza un processo che ci aiuti a raggiungerli. La chiave è porsi un obiettivo e formare un piano per raggiungerlo, quindi seguire il piano e dimenticarsi dell’obiettivo. Quello che devi fare è sognare in grande, fissare un grande obiettivo, impegnarti per raggiungerlo, creare un processo che ti assicuri il raggiungimento di quell’obiettivo e quindi dimenticarti l’obiettivo e concentrarti solo sul processo.

L’obiettivo determina il processo

Preoccupati solo di quello che devi fare ogni giorno, senza rompere mai la catena e raggiungerai il tuo obiettivo. Se il tuo obiettivo è perdere 15 kg in un anno, non pensare ai chili o all’anno, pensa invece a mangiare ogni giorno 300 calorie in meno di quelle che consumi e dopo un anno avrai raggiunto il tuo obiettivo; se il tuo obiettivo è scrivere un libro, concentrati sulle mille parole che dovrai scrivere ogni giorno. Una volta che hai scelto il tuo obiettivo dovrai fare quello che è necessario, non puoi dimagrire mangiando un dessert ad ogni pasto, perciò non iniziare se non sei disposto a pagarne il prezzo.

LEGGI ANCHE: LA CONSAPEVOLEZZA FOCALIZZATA PER ARRIVARE A GIOCARE NELLA ZONA

Come creare un processo di successo:

Imposta il tuo obiettivo.
* Elimina l’ansia della decisione scegliendo una routine che ti sembri ragionevolmente promettente. Personalizza il tuo processo per renderlo estremamente specifico. Impostare un obiettivo chiaro e specifico per ogni giorno ti darà automaticamente un feedback, sia che tu rispetti il piano sia che tu non lo faccia.
* Rielabora il tuo programma. Molte cose possono cambiare, riadatta il tuo programma ai cambiamenti intervenuti nel frattempo in modo che il processo sia sempre affidabile.
* Segui il processo. Completa l’intero processo, l’importante è rispettare il programma. Quando lo fai congratulati con te stesso.
* Correggi gli errori di programmazione. Se ti accorgi che qualcosa non funziona come dovrebbe, non abbandonare, riprogramma. Risolvi i problemi di pianificazione che si sono verificati.
* I risultati possono variare, quindi adattati di conseguenza ma non cambiare il tuo processo solo perché sei stanco o pigro o annoiato, fai dei cambiamenti solo se aumentano le possibilità di arrivare al successo finale. Aspetta che siano i risultati a dirti se c’è qualcosa da cambiare.
* Le parole magiche: smettila di dire “non posso” e inizia a dire “non lo faccio”, non dire “non posso mangiare dolci” ma “io non mangio dolci”. Quando dici “non posso” ti lasci una via d’uscita, “non posso” si basa su una decisione che dipende da cause esterne mentre “non lo faccio” viene da dentro, è parte della tua identità, è ciò che sei.

Puoi raggiungere il successo in diversi campi, puoi essere una persona che realizza questo “e” poi quello, “e” poi un’altra cosa ancora.

LEGGI ANCHE: La mentalita' vincente- sii come l'acqua e non come il ghiaccio

Non pensare che sia troppo tardi. Il successo è una cosa inevitabile solo a posteriori, non è mai assicurato in anticipo, i piani non sono mai perfetti. Quello che succede è che le persone fanno delle cose, provano, fanno dei tentativi che hanno successo oppure falliscono, imparano dagli errori, colgono opportunità e vanno avanti cercando di vivere la vita che li rende felici.

Come avere la mentalità più produttiva di sempre:

1. Smetti di cercare scuse per fare meno
2. Non farti influenzare dalla disapprovazione degli altri 3. Smetti di aspettare l’ispirazione
4. Smetti di rifiutare l’aiuto di cui hai bisogno
5. Smetti di fermarti

Come avere forza di volontà senza bisogno di forza di volontà

La forza di volontà non è qualcosa che hai o non hai, è una funzione della necessità e più la eserciti più diventa forte.

Alcuni consigli per raggiungere un obiettivo senza bisogno di avere una grande forza di volontà:
1. Elimina le scelte il più possibile.

2. Fai prima le cose più difficili.

3. Ricaricati spesso.

4. Rimuovi completamente la tentazione. Rielabora il tuo ambiente in modo da eliminare la possibilità di essere impulsivo, in questo modo non dovrai esercitare nessuna forza di volontà (chiudi il barattolo di caramelle nell’armadio, metti le scarpe da jogging davanti al letto così le indosserai appena sveglio).

LEGGI ANCHE: Diventa un Atleta Vincente in Cinque Passi

Costanza

Devi perseverare, continuare a fare le cose che fanno la differenza, anche se non ti piacciono. L’approccio all’apprendimento deve essere sistematico e costante. Preparazione, allenamento, sperimentazione e raffinamento continuo: sono queste le cose che ti porteranno a realizzare grandi cose. La chiave per imparare è fare piccoli cambiamenti, valutare i risultati, scartare ciò che non funziona e perfezionare ulteriormente ciò che funziona.

“Non ci sono scorciatoie, l’unica strada è quella difficile”.

“Non siamo quello che pensiamo o che desideriamo essere, siamo quello che facciamo”.

“Le idee senza azione non sono idee, sono rimpianti”