Cosa significa per te vincere? Avere successo?



by   |  LETTURE 5898

Cosa significa per te vincere? Avere successo?

Il dono di una vita. Mio nonno mi regalò un biglietto che riportava il suo credo, le sue linee guida, lo aveva intitolato “quattro cose da fare”:

1. Sii fedele a te stesso. Se non sei sincero con te stesso non puoi esserlo con gli altri. Devi sapere chi sei ed essere fedele a te stesso se vuoi diventare ciò che puoi e dovresti diventare.

2. Aiuta gli altri. Non puoi avere una giornata perfetta senza aiutare gli altri. Non puoi essere felice senza dare te stesso a qualcuno, senza aspettarti qualcosa in cambio. L’unico vero regalo e’ una porzione di te stesso.

3. Fai di ogni giorno il tuo capolavoro. Ho sempre esortato i miei giocatori a fare del loro meglio per migliorare proprio quel giorno, per rendere proprio quell’allenamento un capolavoro. Non puoi avere controllo sul passato o sul futuro, puoi avere controllo solo sul presente. Perciò fai dell’oggi il tuo capolavoro. Sforzati di migliorare ogni giorno.

4. Ogni giorno prega per una guida e rendi grazie per i doni che hai ricevuto. Troppo spesso ci dimentichiamo di ciò che abbiamo perché siamo troppo preoccupati da ciò che vorremmo. Diamo tante cose per scontate, e ci dimentichiamo di ringraziare per queste benedizioni: la vita, gli alberi, i fiori, la nostra famiglia, gli amici.

ECCO SLTRE COSE CHE MI AVEVA DETTO E CHE REPUTO ASSAI IMPORTANTI

Perfezione. La perfezione è impossibile, ciò che è possibile invece è sforzarsi per raggiungerla. Fai il meglio che puoi alle condizioni esistenti. Lo sforzo è ciò che conta in tutto: nello sport, nel matrimonio, nel lavoro, nella comunità.

Impara per sempre, muori domani. Sono arrivato presto a credere che si dovrebbe imparare come se si dovesse vivere in eterno e vivere come se si dovesse morire domani. Impara, acquisisci conoscenza, cerca la saggezza come se ti servissero per un lungo viaggio ma vivi sempre con immediatezza, assapora ogni momento e dai le giuste priorità. Non perdere neanche un minuto.

“Non cercare di essere migliore di qualcun altro, cerca di essere il meglio che puoi”

La gioia più grande è essere in pace con se stessi, sapere di aver fatto lo sforzo, il massimo sforzo possibile per fare ciò che è giusto. La vera felicità viene dalle cose che nessuno ti potrà portare via. Le cose materiali prima o poi spariscono.

Successo. Il successo non ha niente a che vedere con la fama o la fortuna. Il successo è fare del proprio meglio, è la pace dello spirito, quella soddisfazione personale che si raggiunge quando ci si è sforzarti di fare il meglio di ciò che si è capaci di fare. Solo tu puoi giudicare se hai avuto successo.

La preparazione è il premio. “Il viaggio è meglio della meta” (Cervantes). Spesso trascuriamo il viaggio per la troppa ansia di raggiungere l’obiettivo. Ma l’obiettivo è solo un sotto prodotto del duro lavoro di preparazione che abbiamo fatto lungo il cammino. Il vero successo si trova nella preparazione, che deve essere totale, completa, dettagliata. Concentriamoci sul viaggio e non sulla destinazione.

“Non dirmi cosa puoi fare, mostramelo”

Fallimenti ed errori. Se sai di aver fatto il meglio di cui sei capace non puoi fallire. Farai degli errori, certamente, ma non saranno dei fallimenti. L’unica persona sulla terra che può sapere se se hai fatto il massimo sforzo sei tu. Se dai la colpa dei tuoi errori a qualcun altro stai cercando delle scuse. Quando cerchi delle scuse non puoi valutare te stesso e senza una corretta autovalutazione il fallimento è inevitabile.

L’ottimista realistico. Se i tuoi obiettivi sono così idealistici da non poter essere raggiunti saranno controproducenti: ti scoraggerai e abbandonerai. Devi avere dei sogni realizzabili, difficili ma possibili e fare di tutto per raggiungerli. Non ho mai sognato di vincere un torneo dello Slam, quello che ho sempre sognato, ogni anno, era cercare di produrre migliorare la mia classifica.

Alcuni consigli per il successo

* Non temere nessun avversario ma rispetta ogni avversario

* E’ l’attenzione ai più piccoli dettagli che fa accadere grandi cose

* Sii più interessato al carattere che alla reputazione

* Sii veloce ma non avere fretta

* Sappi che più duramente lavorerai più fortuna avrai

* Sappi che una valida autoanalisi è fondamentale per migliorare

* Ricorda che non vi è alcun sostituto per il duro lavoro e un'attenta pianificazione. Fallire la preparazione equivale a prepararsi a fallire

Batterti da solo. La cosa peggiore che puoi fare e di cui ti devi vergognare è batterti da solo, cioè non raggiungere il tuo livello di competenza, non fare tutto lo sforzo in ogni modo possibile.

“La perseveranza è più forte del fallimento”

I vincitori commettono più errori. Chi fa commette errori, ma è solo facendo che si vince.

Perdere e vincere. La vittoria e la sconfitta non sono sotto il tuo controllo. Quello che puoi controllare è la tua preparazione. Se ti sei preparato al meglio delle tue possibilità hai raggiunto il tuo scopo, vincere la partita è solo la ciliegina sulla torta, non la torta.

Riconoscere un campione. I veri agonisti amano le situazioni difficili, è in queste circostanze che si concentrano di più e funzionano meglio. Nei momenti di massima pressione vogliono provare a vincere il punto. Assaporano la sfida. Più il gioco è difficile, più l’avversario è bravo, meglio giocano.

Vincere è tutto? Non ho mai parlato di vittoria ai miei tennisti, non ho mai parlato di battere un avversario. Ho sempre parlato di lottare per dare il meglio delle proprie possibilità. Lo sforzo totale è tutto, non il risultato finale. La domanda più importante è “Ho fatto tutto quello che era in mio potere?” e non “Ho vinto?”, se la risposta alla prima domanda è “Sì” allora sarà un sì anche la risposta alla seconda.

Il tuo standard di successo. Non misurare te stesso da ciò che hai realizzato ma da ciò che avresti dovuto realizzare date le tue capacità.

Essere preparati. Quando un giocatore mi chiedeva cosa deve fare per vincere, gli rispondevo di dire a se stesso: “sarò preparato e forse arriverà la mia occasione perché se arrivasse e io non fossi preparato, un’altra occasione potrebbe non presentarsi tanto presto.”

“Trova la pace della mente facendo lo sforzo di diventare il meglio che puoi diventare”