La risposta al servizio – Seconda parte


by   |  LETTURE 2773
La risposta al servizio – Seconda parte

SE TI SEI PERSO LA PRIMA PARTE DELLA RISPOSTA, PUOI ANDARE QUI

Le caratteristiche principali del movimento in avanti della racchetta sono simili a quelle del dritto e del rovescio con alcune differenze dovute alla situazione tattica:

* Per una risposta d’attacco, il movimento della racchetta dal basso verso l’alto è simile a quello del normale dritto o rovescio, ma può essere meno ampio nel caso in cui sia stata necessaria un’apertura meno ampia.

* Per le risposte difensive “stoppate”, il movimento in avanti della racchetta può essere meno orientato dal basso verso l’alto e più orizzontale, cioè parallelo al terreno di gioco. L’estensione delle ginocchia e la rotazione in avanti dei fianchi vengono notevolmente ridotte (rispetto ai colpi degli scambi già iniziati). Questo è importante per prolungare il lasso di tempo in cui la racchetta resta allineata con la traiettoria della palla (il movimento della racchetta deve seguire la traiettoria della palla).

Punto d’impatto

Le principali caratteristiche del punto d’impatto con la palla sono le stesse di quelle già descritte per il dritto e il rovescio eseguiti durante gli scambi. Esistono delle particolarità del punto d’impatto per la risposta al servizio che dipendono dalla situazione tattica in cui il giocatore si viene a trovare:

- Nella risposta d’attacco, l’impatto con la palla può avvenire più spesso all’altezza delle spalle poiché il tennista cerca solitamente di attaccare una seconda di servizio ricca di topspin, che tende quindi a salire verso l’alto.

- Nella risposta difensiva, l’impatto sarà più vicino al corpo rispetto alla risposta d’attacco, per via dell’impugnatura Continental. Il piatto corde può essere sia verticale rispetto al terreno di gioco sia leggermente inclinato all’indietro (aperto). Le spalle e il busto restano allineati in modo perpendicolare rispetto alla rete e i piedi restano in semi-open stance o allineati anch’essi, in direzione perpendicolare alla rete.

L’accompagnamento

Le caratteristiche principali dell’accompagnamento finale della risposta al servizio sono simili a quelle del dritto e del rovescio, ma hanno delle particolarità dovute alla situazione tattica specifica:

- Per la risposta d’attacco, il movimento di accompagnamento può essere più breve nel caso in cui lo siano stati anche l’apertura e il movimento in avanti.

- Nella risposta difensiva (stoppata), il movimento di accompagnamento diventa più simile a quello della volée.