Alimentazione e tennis: parliamone con il Dott. Luca Giorleo, Biologo Nutrizionista


by   |  LETTURE 4173
Alimentazione e tennis: parliamone con il Dott. Luca Giorleo, Biologo Nutrizionista

L’alimentazione, nel tennis come nello sport in generale, sta assumendo un ruolo di importanza sempre maggiore. Per chiarirci meglio le idee su alcuni punti, abbiamo intervistato il Dott. Luca Giorleo, Biologo Nutrizionista ed educatore alimentare per il tennis riconosciuto dalla FIT.
Sono stati affrontati diversi temi, dalla corretta alimentazione, al rapporto tra nutrizione e sport, e quindi anche tennis.

Abbiamo fatto 4 domande al Dott. Giorleo:

1- Attualmente il numero di stili nutrizionali e diete proposte dai vari professionisti della nutrizione umana, ma in alcuni casi anche da figure meno qualificate, è in costante aumento. Riuscire a fare delle scelte corrette, per chi non possiede una base scientifica adeguata, è quindi tutt’altro che semplice.
Ma su cosa dovrebbe basarsi un corretto stile alimentare?
E per quanto riguarda la dieta vegetariana o quella vegana, si tratta di modelli nutrizionali che ci permettono di assumere tutto ciò di cui abbiamo bisogno, sia nel soggetto sedentario che nello sportivo?

2- Dieta paleo e paleozona, sono leggermente diverse, ma partono dallo stesso concetto: l’uomo si è evoluto per centinaia di migliaia di anni (forse milioni) mangiando essenzialmente frutta, verdura, carne non allevata e pesce, ossia quello che la natura gli offriva, senza la “contaminazione” dell’agricoltura e dell’allevamento. Poi, in un periodo di tempo molto più limitato, si è dovuto abituare velocemente ad un nuovo stile alimentare, in cui sono stati introdotti i prodotti dell’agricoltura (cereali, legumi, ecc.) e quelli dell’allevamento (carni più grasse, latte, ecc.). Eppure, secondo i concetti della Dieta Mediterranea, l’energia di cui abbiamo bisogno, deve derivare in larga parte dai carboidrati complessi. Qual è, quindi, l’errore (se di errore si può parlare) della dieta paleolitica? E’ possibile qualche nesso tra la dieta mediterranea e l’aumento dei casi di sensibilità al glutine?

3- Alimentazione e sport: di cosa ha bisogno lo sportivo, a livello alimentare, rispetto ad un soggetto sedentario?

4- Tennis: ultimamente è stata introdotta la nuova figura di educatore alimentare per il tennis. Si tratta di uno sport in cui a seconda del proprio livello di gioco, il dispendio energetico può essere molto diverso. Eppure l’uso di integratori (sia energetici che di sali minerali) è molto frequente a tutti i livelli. Sono davvero così importanti, o in molti casi il loro utilizzo è sopravvalutato e esagerato? Quali sono gli errori più frequenti nell’alimentazione del tennista, e in cosa si deve intervenire per migliorare la prestazione?

LEGGI LE RISPOSTE del Dott. Giorleo

Alla prossima settimana

Federico