Rovescio a due mani in top-spin, si può!


by   |  LETTURE 4122
Rovescio a due mani in top-spin, si può!

Nella maggior parte delle Scuole Tennis quando si deve insegnare il rovescio si preferisce partire con il rovescio a due mani. La maggior parte delle atlete del circuito professionistico WTA giocano il rovescio a due mani mentre nel circuito maschile ATP c'è ancora una buona percentuale di giocatori che preferisce giocare il rovescio ad una mano.

Il rovescio a due mani è comodo per colpire le palline all'altezza della vita ma anche al livello delle spalle e si impatta la pallina principalmente di piatto.

Top Spin
Ma è possibile dare rotazione in top-spin alla palla per farle fare una traiettoria alta e tenere l'avversario a fondo campo? Certo che si!

Tecnica
Per riuscire in questo intento è necessario lavorare sulla tecnica del movimento e nello specifico, portare la testa della racchetta sotto la pallina per riuscire a colpirla dal basso verso l'alto.

Come?
Dopo la fase di preparazione, quindi dopo aver girato le spalle e aver portato la racchetta indietro, si deve piegare il polso della mano dominante ossia quella che sta alla fine del manico affinché il piatto corde della racchetta si trovi sotto il livello delle mani. In questa maniera si arriverà al punto d'impatto dal basso e muovendo la racchetta verso alto e avanti si riuscirà a dare rotazione in top-spin. Se invece si tenesse la racchetta allo stesso livello delle mani si colpirebbe la pallina arrivandoci da dietro, quindi di piatto.

Attenzione.
Questo piegamento del polso deve essere fatto durante la fase di accelerazione in maniera fluida, graduale, con un movimento continuo. Quindi non devo portare la racchetta in basso, fermarmi e poi muoverla verso l'impatto altrimenti produrrei poca accelerazione e la pallina finirebbe a rete o corta.

by Marco Magro

http://www.giocareatennis.it