Il cambiamento e' l'altro nome della vittoria.


by   |  LETTURE 2735
Il cambiamento e' l'altro nome della vittoria.

Il cambiamento incessante gira la ruota della vita, così la realtà si manifesta in tutte le sue molteplici forme.
(proverbio buddista)

Alle persone non piace cambiare, ad eccezione forse dell'autista di un pullman, di un bambino bagnato di qualcuno alle prese con un distributore automatico.
Scherzi a parte, gli importanti cambiamenti o le battute d'arresto per alcuni possono rappresentare una perdita della routine, di una sensazione di comfort, del nostro ruolo in famiglia, nel gruppo, nelle organizzazioni o nella comunità.

Tuttavia, i cambiamenti e le transizioni sono cose che possiamo governare.

Siamo infatti in grado di cambiare, mantenendo un atteggiamento flessibile.

Ora immagina un masso che blocca il flusso dell'acqua: questa immagine e' di una mentalità rigida. Bisogna invece lasciarsi incuriosire dei cambiamenti, bisogna voler capire com'è possibile continuare a navigare nonostante gli ostacoli, piuttosto che farci scoraggiare da essi.

Questi sono alcuni grandi cambiamenti che possono incontrare gli atleti:

- Essere tagliato fuori da una selezione

- Un cambiamento di allenatore inaspettato

- Recuperare da un grave infortunio

- Il ritiro dalle competizioni sportive

 

Di fronte alle avversità, le persone sono spesso sopraffatte dalla vergogna, del senso di colpa e smettono di prendersi cura di sé. A volte dirigono la propria rabbia verso l'interno e adottano comportamenti autodistruttivi abusando di farmaci o procrastinando gli impegni.

Quando si viene travolti da un cambiamento dirompente, è necessario rialzarsi subito.

La risposta di un campione e' quella di giocare la nuova sfida in modo proattivo e di affrontare la situazione piuttosto che evitarla fingendo di essere immune alla delusione. Ricorda che più si evita, più si continuerà ad evitare.
Invece, poniti con un atteggiamento proattivo piuttosto che passivo, di fronte ad un cambiamento..

Massimizza un adattamento positivo facendo le cose giuste.

Infine, prenditi cura degli aspetti fondamentali, perché questi non cambiano.

Per diventare un campione ti è richiesto di gareggiare sempre per l'oro, di dare il meglio del tuo meglio in tutti I settori della tua vita, e non solo per quelle poche ore in cui ti stai allenando a ripetere giri di pista o tirare palline. Il piano è quello di mettere in atto dei gesti quotidiani di eccellenza finalizzati al raggiungimento del tuo obiettivo finale.

Questo è un concetto chiave.

Sapendo questo, chiediti: sto inseguendo i miei sogni o sto vivendo la giornata? Sto lottando per il mio oro personale o mi sto accontentando dell'argento?