Jannik Sinner: "Ho vinto il tie-break più importante. È stato un match molto duro"

Le prime parole del tennista italiano dopo la vittoria contro Struff

by Antonio Frappola
SHARE
Jannik Sinner: "Ho vinto il tie-break più importante. È stato un match molto duro"
© Thomas F. Starke/Getty Images

Un set dominato in cui ha espresso un incredibile livello e poi l'intensa lotta con una delle migliori versioni di Jan-Lennard Struff. Per raggiungere la seconda semifinale in carriera sull'erba, la prima al torneo ATP 500 di Halle, Jannik Sinner ha dovuto giocare da vero numero uno e superare le avversità - rappresentate da un eccezionale Struff - con la personalità che contraddistingue i grandi campioni.

Le numerose chance non sfruttate nel secondo e nel terzo parziale non hanno mai trovato spazio nella mente dell'altoatesino, costruita per gestire la pressione con calma e coraggio. Nemmeno la statistica negativa nei tie-break disputati questa settimana lo ha condizionato, perché come ha ribadito lui stesso al termine della sfida "ha vinto quello più importante" .

Jannik Sinner: "Ho vinto il tie-break più importante. È stato un match molto duro"

“È stato un match molto duro. Ho avuto tante occasioni sia nel secondo che nel terzo. Lui ha sempre servito bene e ho accettato questo tipo di sfida mentalmente.

Ho giocato tanto ieri e oggi, cercherò di recuperare in vista della semifinale di domani. Nel secondo sono stato 0-40 e ho sbagliato un dritto. Bisogna accettare alcuni errori e queste situazioni, soprattutto quando affronti tennisti che servono così bene e per di più sull’erba" , ha detto Sinner ai microfoni dell'ATP.

"Sono contento del modo in cui ho giocato il tie-break del terzo set. Sono felice, perché avevo perso già tre tie-break: forse ho vinto quello più importante. Lui è un giocatore incredibile, specialmente su questa superficie.

Occasioni? Devi cercare sempre di crearti nuove opportunità e sapevo che avrei potuto perdere una partita così equilibrata come questa. Ora voglio recuperare e riposarmi” .

Jannik Sinner
SHARE