Jannik Sinner spiega le difficoltà della prima partita sull'erba: ecco le sue parole

L'altoatesino ha superato una serie di momenti complicati ma alla fine ha portato a casa il successo contro Tallon Griekspoor

by Luca Ferrante
SHARE
Jannik Sinner spiega le difficoltà della prima partita sull'erba: ecco le sue parole
© Getty Images

Non potrà che fare bene una prima partita sull'erba così combattuta e tirata, terminata comunque dopo due ore e 19 minuti di gioco. È stato un esordio piuttosto complicato nell'Atp 500 di Halle per Jannik Sinner, che ha dovuto trovare il modo di contenere la potenza del servizio e la solidità di Tallon Griekspoor, abile a strappare un set al nuovo numero uno del mondo prima di cedere.

L'olandese si è imposto in un lungo tie-break (terminato 10-8) ma non ha saputo evitare il ritorno dell'altoatesino: la svolta nel secondo parziale dal 2-2, quando l'italiano ha recuperato un game da 0-40 e ha ottenuto in quello successivo il primo break dell'intera sfida grazie a un punto splendido.

Da quel momento in poi il 22enne ha controllato molto bene il match e si è portato a casa la qualificazione al secondo turno del torneo (6-3, 6-2 i due set finali).

Le prime parole di Jannik Sinner

Il nativo di San Candido ha espresso le sue considerazioni a caldo nella consueta intervista al centro del campo ai microfoni di Atp Tour: "È stato di sicuro un match mentalmente difficile.

Nel tie-break ero avanti 5-1, però l'ho comunque perso. Questo può succedere, soprattutto su questa superficie in cui tutto può scivolare molto veloce. Penso di essere stato bravo dal punto di vista mentale.

Ho faticato nel secondo set, quando mi sono ritrovato sotto 0-40 al servizio. Se lui avesse fatto quel punto, sarebbe stato ancora più complicato" ha rivelato. Poi ha aggiunto: "Si tratta solo di cercare di ritrovare la fiducia giusta sull'erba e l'ho dimostrato.

Spero di poter mostrare del buon tennis anche nel prossimo turno". Una battuta anche sul grandissimo scambio vinto, che gli è valso il break sul 4-2 del secondo set, con un recupero incredibile: "Sono corso un po' da destra a sinistra, poi ho provato in qualche modo a prendere la palla e a fargli giocare almeno un altro colpo in più.

Era sotto pressione con la palla break e in qualche modo ce l’ho fatta. Poi ho acquisito fiducia" ha concluso, ringraziando il pubblico per il sostegno.

Jannik Sinner Tallon Griekspoor
SHARE