Richard Gasquet in vista di Jannik Sinner rivela: "È incredibile pensarlo"

Il francese ammette alcuni aspetti in conferenza stampa e parla dell'occasione di giocare ancora una partita sul Philippe-Chatrier

by Luca Ferrante
SHARE
Richard Gasquet in vista di Jannik Sinner rivela: "È incredibile pensarlo"
© Clive Mason/Getty Images

Fra Jannik Sinner e Richard Gasquet andrà in scena il terzo scontro in quel di Parigi. Una partita un po' diversa rispetto ai precedenti di Indian Wells e Halle (entrambi vinti dall'altoatesino, che ha concesso solo un set sull'erba del torneo tedesco lo scorso anno): il palcoscenico è molto speciale per l'esperto tennista francese, che vorrà regalare qualche gioia al pubblico di casa, pronto a sostenerlo nonostante l'incontro sia sulla carta proibitivo contro il numero 2 del mondo.

Il 37enne, con l'ombra del ritiro per i risultati sempre più faticosi da raggiungere nel circuito maggiore, ha parlato in conferenza stampa del prossimo match che lo attende: "È evidente che se gioca il suo miglior tennis è di gran lunga il favorito.

Abbiamo già disputato due match, sono state due ottime gare ma lui è stato sempre più forte di me, anche se penso di aver giocato bene. Spero che questo sia un grande evento per me, è incredibile pensare di tornare al centro del campo e giocare contro Sinner.

Cercherò di godermi questa grande opportunità che mi viene data di tornare sul Philippe-Chatrier. Sarò sul campo più importante contro un rivale eccezionale" ha dichiarato.

Gasquet si gode il primo successo

Nonostante il punteggio possa un po' ingannare (7-6, 7-6, 6-4), il transalpino ha impiegato 3 ore e 25 minuti per battere Borna Coric all'esordio: "Se avesse vinto il terzo set, sapevo che il quarto sarebbe potuto diventare molto complicato.

Ho dovuto cogliere l'occasione e l'ho fatto, sono quindi felice di essere stato bravo nei momenti importanti" ha rivelato. A livello fisico ha ammesso: "Ho lavorato molto sulla tenuta in questa stagione, ho giocato circa 30 partite dall'inizio del calendario e sicuramente mi ha permesso di avere risultati migliori rispetto agli anni scorsi".

Poi l'emozione di aver vinto sul Suzanne-Lenglen: "Questa vittoria è un ricordo bellissimo per me. Non sono più così giovane, quindi questi momenti non so se potrò viverli di nuovo".

Richard Gasquet Jannik Sinner
SHARE