Jannik Sinner e lo splendido attestato di stima a Rafael Nadal: le sue parole

Parole al miele per lo spagnolo: "Vi spiego cosa rappresenta Rafa per me"

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Jannik Sinner e lo splendido attestato di stima a Rafael Nadal: le sue parole
© Clive Brunskill/Getty Images

Alla fine ce l’ha fatta. Jannik Sinner parteciperà al Roland Garros. I problemi all’anca sono solo un lontano ricordo. E’ stato lo stesso campione azzurro ad ammetterlo ai Media Day dello slam parigino.

Guai però a darlo come favorito: “Non posso fare miracoli. Non gioco a tennis da circa tre settimane, che è molto tempo prima di un Grande Slam. Cerco solo di giocare giorno dopo giorno. Questo è un approccio un po' diverso in questo torneo rispetto al passato perché spero che avanzare al primo turno mi aiuterà a trovare un po' il mio ritmo”, ha dichiarato.

Parole che da una parte fanno piacere, perchè significa che la problematica che lo ha fatto rinunciare a Madrid e Roma è superato, ma che in vista del major francese non suonano benissimo. La forma fisica andrà riacquisita giocando, quindi niente programmi a lungo termine: "La pressione è un privilegio.

Non mi piace quando si dice che bisogna vincere o essere nella seconda settimana. Potenzialmente puoi esserlo, ma non è mai obbligatorio, questo è il mio approccio allo sport. Quando si dice che bisogna fare qualcosa si sta già sbagliando.

In ogni partita si parte da 0-0 e vince chi è più bravo. È molto facile. Sono felice e questa è la cosa più importante: essere felici. So di poter giocare un buon tennis anche in questo stato di forma e spero di poter rimanere qui più a lungo dell'anno scorso.

Nel 2023 ho raggiunto il secondo turno, vedremo cosa riuscirò a fare quest'anno”.

Sinner su Rafa Nadal

Uno dei tennisti più chiacchierati a Parigi è senz’altro Rafael Nadal, in virtù del suo incredibile palmares.

Ecco cosa pensare l’azzurro del fuoriclasse spagnolo: "È difficile giocare contro di lui e credo che tutti siano d'accordo su questo. Ma per me è stata una cosa positiva, soprattutto quando ero più giovane, per capire dove dovevo migliorare.

Questo tipo di partite contro i migliori del mondo hanno una sensazione speciale. All'inizio sei sorpreso perché non sei abituato a giocare contro i migliori. Ma questo è ciò che cerco ogni settimana, voglio misurarmi con i migliori del mondo.

Credo che si tratti di capire cosa ti rende un giocatore migliore, non solo dal punto di vista tennistico, ma anche fisico e mentale. Rafa è la più grande ispirazione che abbiamo nel nostro sport, forse non l'unica nel nostro sport, ma nello sport in generale.

Sono fortunato ad essere qui, posso ancora vederlo nello spogliatoio, nel ristorante dei giocatori o vederlo allenarsi con la passione che ha, è incredibile", ha concluso.

Jannik Sinner Rafael Nadal
SHARE