Jannik Sinner: "Coppa Davis? Emozionante. Spero di vincere una medaglia a Parigi"

L'altoatesino vuole continuare a fare la storia dell'Italia

by Antonio Frappola
SHARE
Jannik Sinner: "Coppa Davis? Emozionante. Spero di vincere una medaglia a Parigi"
© Elsa/Getty Images

Dallo storico trionfo conseguito in Coppa Davis lo scorso novembre, quando ha riportato in Italia la famosa insalatiera dopo 47 anni, Jannik Sinner non si è più fermato. Il 22enne di San Candido ha continuato a lavorare duramente per realizzare i suoi sogni e rendere felici milioni di italiani.

A Melbourne ha conquistato il suo primo Slam aggiudicandosi gli Australian Open e a Miami si è preso la seconda posizione del ranking mettendo nel mirino la vetta occupata da Novak Djokovic. Guardare tutti dall'alto al basso, però, non è l'unica missione che Sinner proverà a portare a termine, perché la prossima estate si disputeranno i Giochi Olimpici di Parigi 2024 e rappresentare il suo Paese resta l'orgoglio più grande.

Jannik Sinner: "Coppa Davis? Emozionante. Spero di vincere una medaglia a Parigi"

"Coppa Davis? È stato bellissimo, l'esperienza di squadra non è abituale per noi tennisti e condividere la gioia della vittoria è stato emozionante.

Speriamo di tornare a vincerla e questa volta con Matteo Berrettini in campo" , ha raccontato Sinner in un'intervista a 'SportWeek' . Pensando alle Olimpiadi, l'azzurro ha infine spiegato: "È senz'altro uno degli obiettivi del 2024.

Per Tokyo non mi sentivo ancora pronto. Spero di portare a casa una medaglia per dare un'altra gioia agli italiani e poi sono curioso di vedere altri sport, conoscere grandi campioni. Magari anche confrontarmi con loro per capire come ragionano" .

Sinner ha fatto riferimento alle Olimpiadi di Tokyo 2020 e alla sua scelta di non prendervi parte; una scelta non accettata di buon grado da alcuni addetti ai lavori e organi di stampa. Tutte decisioni che si sono rivelate corrette nel tempo: non affrettare i tempi e restare fedele al proprio percorso di crescita non ha fatto altro che rendere sempre più forte - sotto tanti punti di vista - il tennista classe 2001.

Jannik Sinner
SHARE