Medvedev, l'incredibile rivelazione sulla finale contro Jannik Sinner a Melbourne

Il russo è tornato a parlare della finale persa agli Australian Open

by RedazioneMia
SHARE
Medvedev, l'incredibile rivelazione sulla finale contro Jannik Sinner a Melbourne
© Graham Denholm/Getty Images

È trascorso quasi un mese dall'epica finale degli Australian Open che ha visto Jannik Sinner conquistare il primo Major in carriera completando una straordinaria rimonta ai danni di Daniil Medvedev. Il russo ha perso per la seconda volta consecutiva all'ultimo atto dell'Happy Slam dopo essersi portato sul 2-0.

È capitato contro Rafael Nadal nel 2022 - quando aveva anche avuto tre palle break di fila nel terzo parziale - e, appunto, con Sinner lo scorso 28 gennaio. Il nativo di Mosca ha tracorso molte ore in campo rispetto a tutti gli altri giocatori impegnati a Melbourne e deciso di prendersi una breve pausa al termine degli Australian Open.

Medvedev ha sfruttato queste settimane per recuperare al 100% dai problemi alla spalla e all'adduttore. Il russo non ha difeso i titoli vinti nel 2023 a Rotterdam e Doha ed è stato superato proprio da Sinner in classifica diventando il numero quattro del mondo.

Daniil Medvedev torna a parlare della finale persa contro Jannik Sinner in Australia

"Ad essere onesti, è stato abbastanza facile superare la delusione per la sconfitta. Come ho già detto dopo la partita, sapevo sarebbe stato facile perché ho disputato un grande torneo e una buona finale.

Lo scorso anno - eccetto gli Slam - non sono sempre riuscito a trovare quel fuoco necessario per vincere alcuni tornei. Questo è ciò su cui voglio lavorare quest'anno per avere la capacità di dare il massimo nei tornei diversi da quelli dello Slam.

Questo è il primo fattore su cui lavorerò" , ha detto il russo in conferenza stampa e nelle parole riportate da France 24. Medvedev ha inserito un importante membro nel suo team e da questa settimana inizierà ufficialmente la collaborazione con Gilles Simon, uno dei tennisti più intelligenti del Tour.

"Ho pensato a lui per diverse ragioni. Conosce bene il tennis ed è riuscito a battermi facendomi provare brutte sensazioni in campo. Finora mi piace davvero lavorare con lui, condividiamo la stessa mentalità" .

Jannik Sinner Australian Open
SHARE