Coppa Davis esposta a Napoli, Binaghi: "I risultati di Sinner sono travolgenti"

Il presidente della Fitp ha parlato del ruolo della città campana per il tennis italiano

by Gianluca Ruffino
SHARE
Coppa Davis esposta a Napoli, Binaghi: "I risultati di Sinner sono travolgenti"
© Clive Brunskill/Getty Images for ITF

Continua il viaggio per l’Italia della Coppa Davis, che fino al 24 febbraio rimarrà esposta nello storico castello medievale e rinascimentale Maschio Angioino di Napoli. In occasione del Trophy Tour, il trofeo è stato presentato nella conferenza stampa tenutasi nella Sala dei Baroni al Maschio Angioino, nella quale erano presenti il presidente della Fitp Angelo Binaghi, il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, ed Emanuela Ferrante, assessore allo Sport e alle Pari opportunità.

Il numero uno della federazione azzurra ha parlato dei recenti trionfi del tennis italiano e del ruolo sempre più importante della città partenopea per il movimento.

Le parole di Angelo Binaghi


Binaghi si è detto orgoglioso del momento che sta attraversando il tennis azzurro.

"Stiamo vivendo un momento troppo bello, che abbiamo sognato per più di vent'anni. Abbiamo dato il meglio di noi, insieme a tutti i dirigenti e tecnici campani. Ma ha ragione Sinner, non c'è nessun motivo per cullarci sugli allori, dobbiamo lavorare più di prima perché questo momento diventi un ciclo lungo e ricco di successi.

E Napoli dovrà continuare su tutti i punti di vista a essere vitale e centrale nello sviluppo del tennis in Italia" ha dichiarato il presidente. "Ho conosciuto il sindaco Manfredi un anno fa, sembra passato un'era geologica.

L'orologio del tennis italiano viaggia a velocità troppo elevate per noi, facciamo fatica a stargli dietro. Sono risultati travolgenti, di Sinner, dei ragazzi della Davis, dei nostri eventi. Tennis e padel sono sempre più popolari, anche tra le nuove generazioni".

Binaghi nelle interviste che hanno seguito la conferenza stampa ha ricordato le cinque sfide dell'Italia in Coppa Davis a Napoli. “Ci sono stati alcuni acuti indimenticabili, come la vittoria di Fognini su Murray nel 2014, ma anche il contributo della Campania al movimento maschile e femminile, dal Barone Marzano a Nargiso e Starace.

Festeggiamo il momento più alto in una città che tra giocatori e giocatrici dati alla Nazionale e il palcoscenico offerto alla Davis, merita questo momento. Napoli ha dato tanto nella storia del nostro sport” ha commentato il numero uno della Fitp.

Binaghi ha sottolineato l’importanza del capoluogo campano per gli sviluppi futuri della Federazione. "Ho un mandato del Consiglio federale per affrontare il tema Bagnoli, che potrebbe ospitare in futuro il nostro Centro tecnico federale, cercheremo di andare avanti" ha spiegato il presidente, che sul ritorno del torneo Challenger di Napoli ha infine aggiunto: “È una bella notizia, sono stato io il tramite tra Sanremo e il presidente Villari per portare qui il torneo.

Abbiamo tutte le risorse e il know how per poter acquistare tornei di maggior livello, nel caso ci riuscissimo Napoli sarebbe una delle candidate a ospitarlo”.

Jannik Sinner Coppa Davis
SHARE