Il meraviglioso consiglio di Panatta a Jannik Sinner dopo il successo a Rotterdam

L'ex leggenda azzurra poi si sbilancia: "Penso potrà diventarlo già entro quest'anno"

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Il meraviglioso consiglio di Panatta a Jannik Sinner dopo il successo a Rotterdam
© Dean Mouhtaropoulos/Getty Images

Jannik Sinner sta scardinando qualsiasi record mai appartenuto ad un tennista italiano. Con il successo di ieri a Rotterdam (12esimo personale), l’azzurro ha definitivamente scavalcato un mito dei nostri colori, Adriano Panatta, che conservava questo record da tempo immemore.

La grande crescita messa in mostra dal numero tre del mondo faceva presagire questo sorpasso già da diversi mesi, ma è arrivato anche prima del previsto. L’ex leggenda di Roma, opinionista per La Domenica Sportiva, tramite un post scherzoso del suo amico Paolo Bertolucci, ha espresso un pensiero molto interessante su Sinner, dimostrando la sua grande sportività: “Sarebbe stata anche l’ora che qualcuno battesse il mio record.

Io vivo nel presente, quel ragazzo che giocava 50 anni fa è un amico lontano che ricordo anche abbastanza poco. Non ho problemi di invidia e spero che lui e altri ragazzi italiani vincano più di me perché questo è lo spirito dello sport", ha risposto Adriano al suo ex collega che precedentemente aveva scritto: “Finalmente potrete lasciare in pace il povero Adriano Panatta !

Da lunedì Sinner sarà il numero tre del mondo".

L'augurio particolare di Panatta a Sinner

Panatta ha poi voluto dare un consiglio spassionato al talentuoso ragazzo di San Candido, che sta vivendo un momento d’oro: L'unica cosa che gli auguro è che quando smetterà di giocare, tra 15-20 anni, abbia acquisito un po' di disincanto.

Perché il disincanto aiuta a vivere meglio, perché tutto ciò che sta vivendo in questo momento è una cosa bellissima, una storia stupenda, ma che prima o poi finisce e inizierà la vita vera, di persone normali che hanno fatto sport.

Quelli che vivono nei ricordi e nel passato secondo me vivono molto male", ha chiarito. Infine una chiosa su un obiettivo che Sinner ha ben in mente: “Penso che potrà diventare numero uno anche quest’anno.

Abbiamo detto tutto di lui, è diventato un eroe sportivo nazionale e si parla moltissimo di lui. Se lo merita tutto perché è un ragazzo perbene, umile e intelligente e poi è molto molto forte", ha concluso.

Jannik Sinner
SHARE