Jannik Sinner chiarisce il motivo del suo mancato approdo nel circuito junior



by MARIO TRAMO

Jannik Sinner chiarisce il motivo del suo mancato approdo nel circuito junior
© Daniel Pockett-Getty Images

L'ascesa di Jannik Sinner tra la fine del 2023 e l'inizio del 2024 è stata a dir poco impressionante. Circa dodici mesi fa c'erano i primi dubbi si Jannik, un tennista con grandi margini di crescita che viveva un momento difficile, basti pensare ai risultati deludenti tra Roma e Roland Garros, poi la svolta.

Prima la semifinale a Wimbledon, poi la vittoria nel primo Masters 1000 di Toronto e Jannik non si è fermato più. L'azzurro ha battuto più volte tennisti della Top 10 e Top 5 (prima ci riusciva raramente) ed ha avuto un rendimento da numero uno mondiale.

La finale alle Atp Finals, la vittoria con la Davis a Malaga e la storia fatta qualche settimana fa a Melbourne con Sinner che è diventato il primo tennista italiano a vincere gli Australian Open, riportando uno Slam in Italia dopo quasi cinquant'anni (l'ultimo fu Adriano Panatta nel 1976).

Questa settimana Jannik torna in campo a Rotterdam dove ha la possibilità - in caso di vittoria del torneo - di diventare numero tre al mondo, best Ranking nell'era Open per un tennista italiano. Intanto, in queste ore, Sinner ha rilasciato un'interessante intervista ai microfoni dell'Equipe dove ha trattato di tanti temi.

Uno degli argomenti più discusso riguarda il fatto che Sinner non ha partecipato nel circuito juniores ma ha preferito partire da Challenger per andare poi direttamente nel circuito maggiore e questa decisione visto i risultati sembra aver pagato.

Jannik è tornato su questa decisione sul tabloid francese ed ha spiegato: "Quando ero piccolo a volte perdevo la pazienza ma senza impazzire. La scelta di non giocare il circuito junior? Ho sempre cercato di affrontare giocatori molto più bravi di me e credo che questo sia il modo migliore per progredire e imparare.

Hi giocato qualche torneo nel circuito junior ma ho preferito poi passare subito agli eventi Futures. Essere tra i primi dieci al mondo a livello juniores non mi interessava, ecco perché non ho neanche partecipato agli Slam Junior".

Un Jannik Sinner ancora una volta con le idee chiare ed ha spiegato una delle curiosità che riguarda gli inizi della sua carriera.

Jannik Sinner