Schiavone su Jannik Sinner: "Ha qualcosa di speciale. È un esempio per i giovani"

La campionessa del Roland Garros 2010 ha parlato di Sinner

by Nicola Penta
SHARE
Schiavone su Jannik Sinner: "Ha qualcosa di speciale. È un esempio per i giovani"
© Cameron Spencer/Getty Images

La campionessa del Roland Garros 2010 Francesca Schiavone ha commentato la prima affermazione Slam di Jannik Sinner. La classe 1980, il giorno seguente al titolo conquistato da Sinner agli Australian Open in cui ha superato il russo Daniil Medvedev (match dove era in svantaggio 2 set a 0) ha svelato ciò che ha portato l'altoatesino nell'Olimpo.

Schiavone è stata ospite ad Alicante durante l’off-season del nativo di San Candido e ha constatato personalmente l’unione del team e il duro lavoro giornaliero da parte di coach Simone Vagnozzi e Jannik Sinner.

Schiavone sottolinea l'importanza del team di Sinner

All’emittente televisiva Sky, l’ex tennista ha rilasciato il proprio pensiero sottolineando: “Complimenti a Jannik e al suo team,sono stati straordinari.

È la prima volta che vivo da fan un match così importante ed in questo momento ho capito i ringraziamenti che mi venivano fatti quando giocavo. Durante il match e quando ha alzato la coppa ho capito quanto sia bello per un fan vedere un ragazzo che lavora duro tutti i giorni e che ha delle qualità confrontarsi con mostri del tennis come Djokovic, Medvedev e altri tennisti e vincere un match straordinario come questo.

È un qualcosa di speciale che non tutti hanno”. La nativa di Milano ha proseguito dichiarando: “Jannik è un ragazzo che ha preso delle decisioni importanti, è un ragazzo responsabile di ciò che vuole e fa, sta lavorando tanto sulla sua consapevolezza e l’equilibrio interno che solo i campioni hanno.

Ho visto una crescita fisica e tecnica, è un malato di perfezione e continua a dedicare diverso tempo ogni giorno per qualcosa che non sa fare e che vuole aggiungere. C’ è un ordine importante nel team su quel che Sinner vuole portare a casa, è evidente e sapeva a cosa stesse andando incontro in Australia.

Se non fosse arrivato a Melbourne, sarebbe arrivato a Parigi o a Londra,era inevitabile. Il segreto è l’equilibrio interno, trovare uno stato d’animo che ti permette di affrontare e superare le difficoltà e i propri limiti”.

Sinner, dopo il primo successo Major della propria carriera sarà atteso nella difesa dei punti ottenuti nella finale dell'ATP 500 di Rotterdam persa contro Daniil Medvedev,la semifinale raggiunta nel Masters 1000 di Indian Wells in cui è stato sconfitto dal futuro campione Carlos Alcaraz e l'ultimo atto raggiunto nel Masters 1000 di Miami in cui a prevalere fu Daniil Medvedev.

Jannik Sinner Roland Garros
SHARE