Bertolucci, il paragone tra Jannik Sinner e i Big 3 sorprende tutti: le sue parole

L'ex tennista si è divertito nel corso del 'Club' condotto da Caressa

by Nicola Penta
SHARE
Bertolucci, il paragone tra Jannik Sinner e i Big 3 sorprende tutti: le sue parole
© Julian Finney/Getty Images

Nel corso della classica puntata domenicale del ‘Club’ condotto dal giornalista Fabio Caressa su Sky Sport, oggetto di discussione è stato ovviamente il successo agli Australian Open da parte di Jannik Sinner.

Il trionfo del giovane originario di San Candido ha riportato uno Slam in Italia dopo 48 anni ed è stato un evento che ha avuto un forte impatto mediatico. Ospite ieri sera in studio: Paolo Bertolucci. L’ex numero 12 si è divertito nel corso della trasmissione a partecipare ad un gioco paragonando gli aspetti mentali e del gioco di Sinner con i Big 3 della storia del tennis mondiale Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal.

Paolo Bertolucci confronta Jannik Sinner ai Big 3

Il nativo di Forte dei Marmi ha affermato: “Il dritto visto oggi di Sinner è paragonabile a quello di Roger Federer. Stilisticamente sono molto lontani ma li paragono in termini di padronanza, efficacia e soluzioni in quanto oggi ha sfondato con questo colpo la resistenza del russo.

La testa è quella di Nadal perché a 22 anni l’unico giocatore così forte di testa che ho visto in vita mia è Nadal. Il rovescio è quello di Djokovic, stilisticamente è molto simile.

Ovviamente non è del tutto così perché altrimenti avremmo un mostro da 65 Slam. Come volèe cito Berdych perché va poco in avanti come il ceco ma quando va da quelle parti sa cosa fare. Il coraggio di Djokovic e Nadal in quanto lo intendo come bravura di fare la cosa giusta al momento giusto, ci vuole coraggio a colpire alcuni colpi e prendere certi rischi, li devi sentire dentro e sono sensazioni che ha il giocatore consapevole che in quel momento è convinto quando va a colpire la pallina di metterla in quel preciso punto.

È come se avesse un fucile di precisione. Il servizio non lo paragono a nessuno perché non c’è un giocatore che ha lo stesso movimento, Sinner lo ha modificato molto nel corso degli anni e adesso ha trovato la strada giusta e secondo me aumenterà la percentuale di prime ma a me piace molto la seconda di Sinner”.

Jannik Sinner
SHARE