Andrey Rublev sulla sfida con Jannik Sinner: "Credo di essere nei guai"

Il russo sfiderà l'italiano nei quarti di finale deli AO

by Nicola Penta
SHARE
Andrey Rublev sulla sfida con Jannik Sinner: "Credo di essere nei guai"
© Kelly Defina/Getty Images

Nella sera australiana si è giocato l’ultimo ottavo di finale della parte alta del tabellone degli Australian Open. Il russo Andrey Rublev, quinta testa di serie del torneo, ha superato in cinque set l’idolo di casa Alex de Minaur con il punteggio di 6-4 6-7 (5) 6-7 (4) 6-3 6-0 in 4 ore di autentica battaglia disputata sulla Rod Laver Arena.

Il moscovita affronterà nei quarti il numero 4 del mondo Jannik Sinner cercando di spezzare la maledizione dei quarti di finale a livello Slam: Rublev ha attualmente uno score negativo di 0-9 in questa fase della competizione.

Rublev e Sinner analizzano il match che si terrà martedi

Nell’intervista che è seguita al proprio incontro, il classe 1997 ha parlato del match che lo attenderà sottolineando: “Jannik Sinner ha disputato una stagione surreale lo scorso anno ed è partito bene ora.

Mi ha battuto l’ultima volta che ci siamo affrontati (nella semifinale del torneo ATP 500 di Vienna,ndr.), non so cosa dire. Credo di essere nei guai. Cercherò di fare del mio meglio e vedremo cosa succederà.

Spero di poterlo mettere in difficoltà. Espressioni curiose durante la partita? Non so cosa mi passi per la testa. A volte sembra un film horror. Attraverso tanti alti e bassi nella mia mente”. Sinner, nella mattinata italiana ha superato senza cedere set il moscovita Karen Khachanov (compagno di doppio di Rublev) con un perentorio 6-4 7-5 6-3 e ha analizzato il match che lo vedrà protagonista martedì.

“Affronterò la prossima partita con il sorriso. Quando uno è felice di vivere la sua passione giocare un’altra partita rappresenta una nuova opportunità. Andrey è migliorato molto, lotta su ogni palla e se voglio vincere devo far vedere un buon tennis” ha detto il classe 2001, unico tennista ad essere ai quarti trionfando per 3-0 nelle quattro partite disputate fin’ora.

Andrey Rublev Jannik Sinner
SHARE