Matteo Garrone rivela: "Jannik Sinner mi emoziona. Mi piacerebbe un film..."



by LUCA FERRANTE

Matteo Garrone rivela: "Jannik Sinner mi emoziona. Mi piacerebbe un film..."
© Clive Brunskill/Getty Images

Un film su uno sportivo che appassiona e ha una storia interessante da raccontare. E perché non proprio Jannik Sinner? Potrebbe essere la nuova sfida del famoso regista Matteo Garrone, che ha lanciato questa rivelazione in un'intervista rilasciata a 'La Stampa'

"Da ex atleta potrebbe forse piacermi fare un film sullo sport, che avesse al centro l’essere umano e i conflitti che lo riguardano" così ha cominciato a parlare dell'argomento, tirando in ballo il suo passato da tennista.

"Fino a 18-19 anni ho giocato a tennis in modo agonistico. Mi è servito molto, è stata la mia grande passione, poi ho capito che non avevo più l’età per diventare un campione e ho smesso. Il tennis è uno sport che ti fa crescere, in cui ti ritrovi solo sul campo" ha confessato l'autore di 'Io capitano', riconosciuto alla regia con il Leone d'argento.

"Sinner? Mi emoziona"

"Ho ricordi pazzeschi, compreso quello di aver giocato a 11 anni con Borg spettatore. Era venuto a Roma per girare uno spot, lo avevano invitato nel circolo che frequentavo io, alla fine mi regalò la sua racchetta con sopra l’adesivo B.

B." ha affermato Garrone, continuando a scavare tra i ricordi. Poi ha rivelato: "Tempo fa avevo chiesto i diritti della biografia di Andre Agassi, ma non è stato possibile averli. Lo sport mi commuove sempre, mi succede anche se vedo una semplice corsa di atletica.

E comunque, se facessi un film su questo tema, lo affronterei sempre con la mia ottica, senza parlare direttamente di me, ma mettendo qualcosa di me nelle storie che scelgo di raccontare". E su Jannik Sinner è stato piuttosto schietto: "Mi emoziona".

Jannik Sinner