Holger Rune: "Non ho bisogno di Carlos Alcaraz e Jannik Sinner per essere motivato"



by ANTONIO FRAPPOLA

Holger Rune: "Non ho bisogno di Carlos Alcaraz e Jannik Sinner per essere motivato"
© Clive Brunskill/Getty Images

"Conosce perfettamente le sensazioni che prova un giocatore in campo e può guidarti nella giusta direzione" . Per realizzare i suoi più grandi obiettivi - vincere più di uno Slam e conquistare la prima posizione del ranking mondiale - Holger Rune ha deciso di affidarsi all'esperienza di Boris Becker.

L'allenatore tedesco, in poche settimane, sembra aver guadagnato la totale fiducia di Rune che ha sottolineato in più occasioni di nutrire una grande stima nei suoi confronti. Il danese è riuscito ad allontanare la crisi di risultati e ha disputato per la prima volta in carriera alle Nitto ATP Finals, dove ha chiuso al terzo posto il Gruppo Verde. Novak Djokovic ha ribadito in diverse interviste che Rune farà parte dei "prossimi" Big 3 insieme a Carlos Alcaraz e Jannik Sinner.

Holger Rune sulla rivalità con Carlos Alcaraz e Jannik Sinner

Proprio Rune, al podcast Advantage Connors, si è soffermato sulla rivalità con lo spagnolo e l'italiano. "È molto bello far parte di questo gruppo, stanno entrambi andando molto, molto bene.

Sinner ha disputato una stagione fenomenale e Carlos ovviamente ha conquistato un altro Slam a Wimbledon. Ma onestamente ho già forti motivazioni, quindi non ho bisogno che altri giocatori mi motivino o mi tengano concentrato.

Se Sinner vince un torneo o perde al primo turno, gli auguro il meglio, ma ciò non influisce sulla mia motivazione" , ha dichiarato Rune. Il danese ha espresso anche il suo desiderio in vista della prossima stagione, ovvero battere Djokovic nella finale degli Australian Open. Il campione serbo non ha mai perso nell'ultimo atto dello Slam australiano.

Holger Rune Carlos Alcaraz Jannik Sinner