Jannik Sinner entra in uno speciale club dopo le due vittorie contro Novak Djokovic



by LUCA FERRANTE

Jannik Sinner entra in uno speciale club dopo le due vittorie contro Novak Djokovic
© Clive Brunskill/Getty Images for ITF

In questi ultimi due mesi della stagione Jannik Sinner ha scritto pagine importanti della sua giovane carriera nel circuito maggiore. Oltre alla portata dei risultati ottenuti (due Atp 500, l'atto conclusivo alle Finals di Torino e la conquista della Coppa Davis, dopo aver ottenuto il primo titolo Master 1000 in estate a Toronto), l'altoatesino ha battuto più volte i migliori giocatori del momento dimostrando un progresso incredibile sotto tutti i punti di vista.

Il talento di San Candido si è contraddistinto per aver sconfitto due volte in settimane consecutive il numero uno Novak Djokovic: l'impresa riuscita tra Torino e Malaga ha portato l'azzurro a entrare in un club molto speciale.

Infatti, solamente il russo Mikhail Youzhny nel 2007, Rafael Nadal e Andy Murray nel 2008 erano stati in grado di ripetere il traguardo ora raggiunto anche da Sinner.

Non solo: dal 2011, anno in cui Nole si è issato per la prima volta in vetta al ranking mondiale Atp, solo sei tennisti sono stati così abili da rifilargli una sconfitta due volte nella stessa stagione.

Si tratta di Roger Federer, Rafael Nadal, Andy Murray, Nick Kyrgios, Dominic Thiem e Daniil Medvedev, il più recente nel 2019. Il risultato conquistato dall'atleta allenato da coach Simone Vagnozzi e Darren Cahill ha assunto inevitabilmente una portata notevole: adesso spetterà all'italiano confermare le ormai alte aspettative riposte in lui dagli appassionati già nei primi mesi della nuova annata.

A gennaio gli Australian Open saranno un importante banco di prova: dagli Us Open si tornerà a giocare partite al meglio dei 5 set, la specialità per quanto riguarda il campione serbo che non vede l'ora di riscattarsi.

Jannik Sinner Novak Djokovic