Pietrangeli su Jannik Sinner: "È un carrarmato ma prima dovevi saper giocar a tennis"



by REDAZIONEMIA

Pietrangeli su Jannik Sinner: "È un carrarmato ma prima dovevi saper giocar a tennis"
© Clive Brunskill/Getty Images

Seconda vittoria nella storia e un successo nel segno di Jannik Sinner. L'Italia vince la Coppa Davis 47 anni dopo, una vittoria che solo poche ore fa sembrava irraggiungibile, basti pensare ai tre match point avuti dalla Serbia di Novak Djokovic in semifinale.

Jannik ha trascinato l'Italia ed ha compiuto un'impresa che resterà salda nella storia del tennis italiano. Ed anzi nello sport italiano. Stamani tutti i principali quotidiani italiani trattano di tennis in prima pagina e lo fanno dopo la domenica di Juve-Inter, testimonianza di un movimento sempre più in crescita.

I numeri per il tennis azzurro sono senz'altro positivi, ovviamente Jannik Sinner sta trasportando l'intero movimento ma c'è anche altro e lo dimostrano Musetti, Berrettini e gli altri giovani italiani che saranno protagonista in questi giorni alle Atp NextGen Finals, che si terranno in Arabia.

E Sinner ha solo 22 anni e una lunga carriera davanti. La Gazzetta dello Sport ha intervistato stamattina un'ex icona del tennis passato, il 90enne Nicola Pietrangeli. Questi non ha vinto la Davis ma è il tennista che più volte ha giocato in maglia azzurra.

Pietrangeli ha parlato così alla rosea: "La Davis non è più quella di un tempo, ma anche adesso - coi tempi che corrono - un minimo di romanticismo non fa mai male. Penso sia bello vedere in tribuna uno che ha 90 anni e ha tutti i record della gara.

Paragoni? No oggi hanno cambiato il regolamento e si gioca un altro tennis. Non sto dicendo però che il mio sia meglio. Però faccio una battuta cattiva: ai miei tempi di doveva anche saper giocare a tennis. Poi aggiungo che Sinner è un carro armato, se lo mandi in guerra la vince da solo.

Se mi emoziona? È gagliardo, gajardo alla romana. Anche quando sbaglia non ti dà mai l'impressione di dire 'oddio che ha fatto' È un fenomeno, se non l'anno prossimo ma tra due darà un 15 a tutti".

Insomma gioie ma anche qualche frecciatina del solito Nicola Pietrangeli, in un'Italia che ha fatto e che resterà nella storia.

Jannik Sinner