Medvedev: "Impressionato da Jannik Sinner. Vincerà Slam e diventerà numero uno"

Il russo ha analizzato il match la semifinale disputata a Torino e parlato del futuro di Sinner in conferenza stampa

by Antonio Frappola
SHARE
Medvedev: "Impressionato da Jannik Sinner. Vincerà Slam e diventerà numero uno"
© Clive Brunskill/Getty Images

Daniil Medvedev si è arreso per la terza partita consecutiva a un fantastico Jannik Sinner. Il russo, a un passo dalla terza finale al Torneo dei Maestri, non ha espresso il suo miglior livello nei momenti importanti del set decisivo e ha raccolto un solo game.

Il nativo di Mosca aveva vinto le prime sei partite contro l'altoatesino, ma le cose sono cambiate a partire dall'ultimo atto dell'evento ATP 500 di Pechino. Sinner ha infatti raggiunto una nuova maturità al servizio e imparato a conoscere nei dettagli il suo corpo.

L'azzurro si è preso la rivincita in Cina e lo ha sconfitto anche a Vienna. A Torino ha infine rispettato la famosa legge del non c'è due senza tre ed è diventato il primo italiano a conquistare la finale alle Nitto ATP Finals.

Medvedev: "Impressionato da Jannik Sinner. Vincerà Slam e diventerà numero uno"

In conferenza stampa, Medvedev è partito dal battibecco avuto con alcuni spettatori all'inizio del terzo set. Il russo ha subito voluto abbassare i toni ed esprimere una sincera ammirazione nei confronti della passione mostrata dagli italiani questa settimana.

“Non è successo niente con il pubblico, onestamente. Ho perso un po’ di più la testa dopo aver ceduto la battuta. Penso che il pubblico sia stato davvero carino qui a Torino per tutta la settimana. È normale che facciano il tifo per Sinner, ma ho sentito molti applausi anche quando ho eseguito buoni colpi.

L’energia era ottima in campo: questo è il motivo per cui ho ringraziato il pubblico. Ho perso solo un po’ la testa in quel momento, non c’è molto da aggiungere" , ha dichiarato l'ex numero uno del mondo.

"Su questo campo, che è molto veloce, non hai tregua e devi mantenere sempre il tuo servizio. Nel primo set credo lui sia stato migliore di me. Sono molto orgoglioso della mia prestazione nel secondo parziale. Ho giocato meno, sono stato aggressivo e ho vinto il tie-break.

Su questo campo è fondamentale essere aggressivi. Nel terzo, infine, il servizio mi ha deluso. Non ho servito abbastanza bene e ho subito due break: ecco perché il punteggio dice 1-6. Ero stanco, ma avrei dovuto fare meglio.

Medical time out? Durante il tie-break ho avvertito un leggero fastidio al gluteo, ma non mi ha infastidito e non credo abbia avuto alcun effetto. Sono felice della mia stagione. Ho vissuto alcuni alti e bassi, ma è stata una grande stagione.

Sono orgoglioso di me stesso, perché prima di Rotterdam ero uscito dalla top 10. Mi sentivo malissimo. Poi tutto è andato per il meglio. Cercherò di imparare e di fare di più il prossimo anno, perché Novak Djokovic, Carlos Alcaraz e Sinner giocando sempre meglio.

Se vuoi restare al top, devi migliorare continuamente” . Medvedev ha infine commentato le ultime prestazioni di Sinner sbilanciandosi sul suo futuro. "Sono rimasto molto colpito. Sta giocando molto bene adesso. Si muove bene, il suo servizio è migliorato e può tirare bei colpi a rete.

In questo momento sta cavalcando l’onda. Vediamo cosa farà in finale. Se continua a giocare così, vincerà Slam e diventerà numero uno. La domanda è: per quanto tempo cavalcherà l’onda? Quanto bene giocherà nei momenti negativi? Questo è il tennis" .

Jannik Sinner
SHARE