Jannik Sinner ora fa paura a tutti: un dato impressionante dimostra la sua crescita

L'azzurro si sta consacrando come un vero top player: i numeri raccontano la sua crescita

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Jannik Sinner ora fa paura a tutti: un dato impressionante dimostra la sua crescita
© Clive Brunskill/Getty Images

Jannik Sinner ieri ha fatto esplodere il PalaAlpitour scrivendo un’altra pagina importante del tennis italiano. Nel secondo turno del girone delle Atp Finals di Torino il numero uno azzurro è riuscito a battere per la prima volta in carriera Novak Djokovic, confermando tutti i miglioramenti mostrati negli ultimi mesi, che gli avevano permesso di sfatare un altro tabù, quello di Daniil Medvedev.

Il tennista di San Candido, numero quattro del ranking, sarà ora chiamato a chiudere i giochi contro Holger Rune, in una sfida che gli potrebbe dare l’accesso diretto alle semifinali del torneo da primo del girone.

Come detto l’altoatesino sta vivendo una stagione pazzesca, che lo sta consacrando come uno dei tennisti più forti del mondo, al pari quasi di campioni come Djokovic, Medvedev e Carlos Alcaraz. Per riuscire a spingersi fino in fondo ai tornei più prestigiosi del circuito, è necessario essere in grado di tenergli testa e batterli.

C’è un dato impressionante che testimonia quanto il tennis di Sinner sia ormai sbocciato. Le ultime 5 volte che Jannik ha avuto di fronte dei top 10, è riuscito sempre a vincere: le due vittorie in finale a Pechino e Vienna contro Medvedev, la vittoria contro Andrey Rublev in Austria, contro Alcaraz in Cina e per ultimo Nole ieri.

Un’inversione di tendenza rispetto al passato che racconta la sua crescita e la sua maturazione.

Le parole di Sinner

“L’atmosfera è stata fantastica. Mi hanno aiutato molto. Come ho detto il primo giorno: è un privilegio per me giocare a Torino”, ha dichiarato emozionato in conferenza stampa.

“Mi aspettavo un match davvero duro. Il pubblico ha cercato di aiutarmi. Sono ovviamente molto felice di come ho incanalato tutto nella giusta direzione. C’è sempre una bella atmosfera in Italia quando gioca un tennista di casa. Sono felice di aver fatto parte di questa atmosfera”, ha concluso.

Jannik Sinner
SHARE