Jannik Sinner: "Contento di essere a Torino. Sarà tutto diverso rispetto al 2021"

L'altoatesino è pronto per l'esordio alle ATP FInals 2023

by Antonio Frappola
SHARE
Jannik Sinner: "Contento di essere a Torino. Sarà tutto diverso rispetto al 2021"
© Thomas Kronsteiner/Getty Images

Jannik Sinner è stato il primo tennista a raggiungere Torino per testare le condizioni di gioco e preparare le ATP Finals. L’altoatesino ha già partecipato al Torneo dei Maestri nel 2021, ma solo a causa dell’infortunio agli addominali che ha colpito Matteo Berrettini nel corso del primo match con Alexander Zverev.

Quest’anno le cose sono andate diversamente, perché Sinner ha meritato la qualificazione sul campo e chiuso la Race alla quarta posizione. L’italiano ha vissuto la migliore stagione in carriera; una stagione in cui si è spinto fino alle semifinali a Wimbledon, conquistato due tornei 500 a Pechino e Vienna, e vinto il primo Masters 1000 a Toronto.

Jannik Sinner: "Contento di essere qui. Sarà diverso rispetto al 2021"

In occasione della visita all'Istituto di ricerca contro il cancro di Candiolo, Sinner ha rivelato le sue prime impressioni ai microfoni di Sky Sport.

"Come sempre Torino è una città molto accogliente, sono molto contento di tornare qui. Mi piace tanto. Due anni fa ho giocato due partite alle Finals, ma giocai dopo l'infortunio di Berrettini e non era la condizione migliore.

Quest'anno sarà sicuramente diverso. Sono contento di essere qua, vediamo come andrà" . Domani pomeriggio, alle ore 15:00, Sinner scoprirà il suo girone e gli avversari che dovrà superare per raggiungere le semifinali.

L'unico tennista che sicuramente non farà parte del suo Gruppo è Daniil Medvedev: i due occupano infatti la stessa fascia. Il 22enne affronterà uno tra Novak Djokovic e Carlos Alcaraz; uno tra Andrey Rublev e Stefanos Tsitsipas; e uno tra Zverev e Holger Rune.

Jannik Sinner Atp Finals
SHARE