Jannik Sinner eguaglia Barazzutti ed entra nella storia: numeri da record



by MARIO TRAMO

Jannik Sinner eguaglia Barazzutti ed entra nella storia: numeri da record
Jannik Sinner eguaglia Barazzutti ed entra nella storia: numeri da record © Thomas Kronsteiner/Getty Images

Jannik Sinner ha solo 22 anni ma continua a macinare record e fare la storia del tennis italiano. Solo poche settimane fa l'azzurro ha eguagliato il Best Ranking dei tennisti della nostra storia, diventando numero 4 delle classifiche mondiali e sembra non aver alcuna intenzione di mollare.

Anche a Vienna sta giocando un grande tennis, evidenziando una crescita abbastanza clamorosa. Progressi in tutte le componenti tennistiche, record di prime al servizio, una risposta importante e una solidità mentale che fa solo sorridere chi tifa per il nostro tennis.

Qui a Vienna Jannik si sta prendendo parecchie soddisfazioni, o meglio rivincite di sconfitte passate. Al primo turno ha battuto Ben Shelton, giovane talento americano che lo aveva recentemente infilato a Shanghai e qui a Vienna - nella giornata di ieri - Sinner ha battuto abbastanza nettamente in due set l'americano Frances Tiafoe, tennista che due anni fa, proprio nella Capitale austriaca, diede una delle peggiori sconfitte della sua carriera all'altoatesino.

Sono passati due anni e si vede, ieri ha giocato un altro Sinner e ha vinto quasi senza soffrire contro un Top 15 mondiale. Tiafoe annichilito e spenti in pochi attimi anche i vani tentativi di fermare l'avanzata azzurra. Sinner vola e tra poche ore affronterà Andrey Rublev in semifinale ma il match di ieri ha fatto la storia del tennis italiano.

Con la vittoria su Tiafoe Jannik ha ottenuto la sua 180esima vittoria in carriera e soprattutto la vittoria numero 54 di questa stagione. Sinner ha così eguagliato il record di Barazzutti, record di 54 successi che in Italia manteneva addirittura dal 1978.

E a meno di clamorosi colpi di scena (Sinner non dovrebbe più vincere in questo 2023) Jannik dovrà superare questo record. Insomma record su record e Sinner non ha alcuna intenzione di fermarsi. La sua storia è appena iniziata, ha solo 22 anni e ancora enormi margini di crescita, sia in chiave di ranking che di classifica.

Negli ultimi mesi Sinner ha dimostrato di poter competere alla pari con tutti i big, ha battuto sia Carlos Alcaraz che Daniil Medvedev e all'appello manca solo il numero uno al mondo Novak Djokovic, comunque abbastanza avanti con l'età. I numeri di Sinner sono importanti e fanno la storia di questo sport, la storia del tennis italiano.

Jannik Sinner