Boris Becker stravede per Jannik Sinner: "Vincerà degli Slam. Ecco perché mi piace"

Il campione tedesco si è raccontato durante il Festival dello sport di Trento

by Luca Ferrante
SHARE
Boris Becker stravede per Jannik Sinner: "Vincerà degli Slam. Ecco perché mi piace"
© Aurelien Meunier/Getty Images

Boris Becker è stato uno dei grandi ospiti al Festival dello sport di Trento, in programma dal 12 al 15 ottobre. La leggenda tedesca, che ha scritto delle pagine importanti della storia del tennis sia da giocatore che da allenatore, si è raccontato durante la manifestazione e ha naturalmente parlato di quello che sta accadendo ora nel circuito Atp.

Essendo in Italia, l'ex numero uno del mondo ha parlato dell'attuale momento del tennis azzurro: "Oggi l’Italia ha dei giocatori bravissimi come Sinner, Matteo Berrettini e Lorenzo Sonego. Jannik mi piace molto, ha una bella personalità, è un buon giocatore e può vincere diversi titoli del Grande Slam" ha rivelato.

Poi ha aggiunto: "Certo, ci sono grandi giocatori come Carlos Alcaraz o Novak Djokovic che si possono mettere in mezzo, ma è giovane e ha buone possibilità per diventare uno dei migliori tennisti dei prossimi anni.

Il futuro riserverà agli appassionati diversi momenti emozionanti perché ci sono tanti giovani rampanti che faranno vedere buone cose a breve" è l'aspetto su cui ha scommesso il 55enne, l'unico atleta nella storia ad aver vinto due Slam prima di compiere i 19 anni, che non ha nascosto il talento e le prospettive del 22enne nativo di San Candido.

Becker parla di quando ha allenato Djokovic

Nel dicembre 2013 Becker è diventato il coach di Novak Djokovic fino al termine della stagione 2016, nel quale la collaborazione si è conclusa. In quel di Trento il tedesco ha descritto com'è stata l'esperienza e alcuni particolari aneddoti: "Gli ho solo detto che la cosa più importante era l’onestà, che gli avrei detto quando avrebbe giocato male e anche malissimo, altrimenti non avrebbe mai migliorato.

In più gli ho detto che avrei fatto in modo di tornare a casa con un trofeo in ogni finale disputata. Per due anni siamo andati molto d’accordo, per me è un fratello minore" ha dichiarato.

Boris Becker Jannik Sinner
SHARE