Jannik Sinner, resta Novak Djokovic da battere: "Sono impegnato..."

L'altoatesino parla dopo il successo a Pechino: ora c'è Shanghai nel mirino per conquistare matematicamente le Finals

by Luca Ferrante
SHARE
Jannik Sinner, resta Novak Djokovic da battere: "Sono impegnato..."
© Getty Images

Sfatato il tabù Daniil Medvedev, tra i 'Big' restano solo Novak Djokovic e Rafael Nadal ad avere vinto tutti gli scontri diretti (senza perdere neppure uno) con Jannik Sinner. All'elenco bisognerebbe aggiungere anche Holger Rune, seppur i due abbiano giocato appena due incontri e in uno dei due l'italiano si è ritirato per infortunio.

Il tennista altoatesino sta vivendo un altro momento molto positivo della stagione, che lo ha portato ad alzare il terzo titolo dopo Montpellier e Toronto. In un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, all'azzurro è stata posta la domanda su questo tema.

La risposta del nativo di San Candido è stata piuttosto distaccata, evidenziando come siano altri i suoi pensieri in questa fase: "Sono impegnato a conoscere il mio cervello, ma serve tempo. Mi interessa capire il 100% di come funziona il mio, soprattutto nelle difficoltà, quando sono stanco o nervoso.

Le settimane dopo New York le ho investite anche sulla mia testa e a Pechino spero si sia notato. A Monte-Carlo lavoro con Formula Medicine: è un modo diverso di allenare la mente. Proverò a riprodurre il modello a Shanghai, che sarà un test importante, sperando che Pechino non sia stato solo un caso" ha spiegato.

Le parole di Jannik Sinner

Un 2023 da incorniciare per il nuovo numero 4 del mondo: "Ammetto di essere in una posizione piacevole, esco da Pechino con un notevole pieno di fiducia, ma non sempre è sufficiente. Niente, nel nostro mondo, è scontato.

Non so cosa vi sembra da fuori, non esistono match facili e ogni settimana si ricomincia da capo. C’è più lavoro da fare adesso che sono entrato in top 4 rispetto a prima. E non ci si ferma mai: le vacanze non esistono, servono a preparare la stagione successiva" ha dichiarato.

Shanghai sarà il prossimo obiettivo per chiudere il discorso Atp Finals e ottenere ufficialmente la qualificazione: sabato è in programma il debutto dell'altoatesino, che affronterà lo statunitense Marcos Giron.

Un avversario alla portata dell'atleta allenato da coach Simone Vagnozzi e Darren Cahill, che dovrà ricaricare in fretta le batterie in vista del prossimo impegno.

Jannik Sinner Novak Djokovic
SHARE