Filippo Volandri loda Jannik Sinner: "Sono orgoglioso di lui. A Malaga ci sarà"

Il capitano della squadra azzurra in Coppa Davis ufficializza la presenza dell'altoatesino: "Lo aspettiamo a braccia aperte"

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Filippo Volandri loda Jannik Sinner: "Sono orgoglioso di lui. A Malaga ci sarà"
© getty images

Jannik Sinner è sempre di più nella storia del tennis italiano. Un anno straordinario, quello che sta disputando l’altoatesino, che sta raggiungendo vette quasi mai esplorate nella storia dai nostri connazionali nel passato.

Il ragazzo di San Candido con il successo in finale contro Daniil Medvedev ieri a Pechino, ha agganciato Fabio Fognini nella classifica dei titoli (9), ma soprattutto ha legittimato la quarta posizione del ranking, raggiunta il giorno prima battendo Carlos Alcaraz.

Nessun italiano aveva mai più raggiunto questo posizionamento dai tempi di Adriano Panatta, che ci arrivò nel lontano 1976. Nicola Pietrangeli in virtù del suo successo al Roland Garros, raggiunge la terza posizione, quando ancora non esisteva la classifica ATP computerizzata, introdotta nel 1973.

La vittoria di ieri, seppur meno prestigiosa del titolo Masters 1000 a Toronto, di nemmeno due mesi prima, ha un sapore speciale, perché Jannik non aveva mai battuto nello stesso torneo il numero 1 e 2 del seeding.

Le parole di Filippo Volandri

Tanti gli elogi a Sinner dopo l’ennesimo risultato raggiunto, ai quasi si è unito anche il capitano della squadra azzurra in Coppa Davis Filippo Volandri ai microfoni di Supertennis: Sono molto felice e sono molto orgoglioso di Jannik, anche del suo percorso di crescita, Abbiamo visto passi in avanti nella sua crescita, anche dal punto di vista del gioco.

Bravo anche a switchare dalla partita di Alcaraz a quella di Medvedev, dove ha giocato un tennis meno suo, come il serve and volley e le discese a rete. Ha giocato una partita strepitosa. Giocare contro Medvedev e batterlo vuol dire fare un passo in avanti.

Questa settimana ne ha fatti diversi, ma c'è poco da dire sulla finale. Ha giocato una partita quasi alla perfezione", ha detto fiero. Poi si è detto sicuro della sua presenza alle fase finali della Coppa Davis, dove l'Italia sarà impegnata ai quarti contro l'Olanda giovedi 23 novembre: "Quello che serve a Jannik è l'apporto della federazione, del capitano e della squadra.

Certo che un capitano ha sempre bisogno di un numero quattro del mondo, ma a Malaga ci sarà sicuramente", ha concluso.

Jannik Sinner Coppa Davis
SHARE