Jannik Sinner è la bestia nera di Carlos Alcaraz: c'è un dato che impressiona

Il giocatore altoatesino sorpassa lo spagnolo negli scontri diretti

by Luca Ferrante
SHARE
Jannik Sinner è la bestia nera di Carlos Alcaraz: c'è un dato che impressiona
© Instagram Carlos Alcaraz/Getty Images

Jannik Sinner è diventato il primo tennista della storia a battere per quattro volte il fenomeno del momento Carlos Alcaraz, dimostrando come possa giocarsela sempre negli scontri diretti col talento spagnolo. Un altro bel traguardo raggiunto dall'altoatesino, che ha messo da parte tutte le difficoltà riscontrate in Cina nei giorni scorsi e ha sfoderato una grande prestazione in semifinale.

La vittoria, sorprendente per come è avvenuta, ha regalato all'azzurro la finale dell'Atp 500 di Pechino e da lunedì il numero 4 nel ranking mondiale. Nei precedenti l'italiano è balzato avanti, confermandosi la vera bestia nera del giovanissimo 20enne già vincitore di 2 titoli del Grande Slam.

Se la rivalità a livello di titoli sia decisamente prematura, tra i due si potrebbe invece fare un confronto sulle sfide dirette: l'atleta di coach Simone Vagnozzi e Darren Cahill ha confermato che in queste occasioni può sempre mostrare la miglior versione di se stesso, riuscendo in alcuni casi a spiazzare il piano tattico dell'iberico.

Un dato che impressiona

A ogni nuovo confronto con Alcaraz, Sinner porta almeno un miglioramento a livello di gioco. A Pechino Carlitos è rimasto sorpreso della solidità nel primo set del suo avversario, crollando mentalmente nel secondo parziale non trovando alternative per contrastarlo.

L'altoatesino ha rifilato il quarto 6-1 all'ex numero uno, dopo i due consecutivi all'Atp 250 di Umago sulla terra rossa e a quello di Wimbledon. Al momento, nel complesso, l'azzurro si è dimostrato superiore. Lo spagnolo ha vinto tre partite su sette senza mai dominare: al Master di Parigi un affaticato azzurro ha tenuto testa fino in fondo cedendo 7-6, 7-5; agli Us Open l'italiano ha sfiorato il successo non sfruttando un match point; a Indian Wells Alcaraz è stato migliore nei punti importanti, vincendo in due set.

Non ci resta che attende l'ottavo atto tra i due, magari alle Nitto Atp Finals di Torino davanti a un pubblico italiano per la maggior parte. Lo spagnolo vorrà immediatamente pareggiare il dato degli scontri diretti: la prestazione di Pechino potrebbe rappresentare, perché no, un campanello d'allarme.

Jannik Sinner Carlos Alcaraz
SHARE