Jannik Sinner batte Carlos Alcaraz: "Uno dei miei migliori match. Era il mio giorno"

L'altoatesino ha analizzato il match vinto contro Alcaraz al torneo ATP 500 di Pechino

by Antonio Frappola
SHARE
Jannik Sinner batte Carlos Alcaraz: "Uno dei miei migliori match. Era il mio giorno"
© Yanshan Zhang/Getty Images

Una grande prestazione ha permesso a Jannik Sinner di aggiudicarsi il capitolo numero sette della rivalità con Carlos Alcaraz e diventare il primo tennista in grado di battere lo spagnolo quattro volte nel circuito maggiore.

L’altoatesino ha raggiunto la finale al torneo ATP 500 di Pechino e, a prescindere dall’ultimo capitolo del China Open, eguaglierà il record stabilito nel 1976 da Adriano Panatta nella classifica mondiale il prossimo lunedì.

Sinner aggiornerà infatti il suo best ranking guadagnando la quarta posizione: nessun italiano ha fatto meglio di lui nell’Era Open. Tra Sinner e il nono titolo in carriera ci sarà il tabù Daniil Medvedev.

Il russo è avanti 6-0 nel computo degli scontri diretti e riesce sempre ad adattarsi discretamente allo stile di gioco del 22enne di San Candido.

Sinner: "Uno dei migliori match della mia carriera. Contro Alcaraz... "

“È stata sicuramente una delle migliori partite giocate in carriera.

Direi che ogni match contro Carlos Alcaraz è duro. Mostriamo sempre molto rispetto l’uno nei confronti dell’altro e giochiamo entrambi alla grande. Quando ci affrontiamo, cerchiamo sempre di spingerci al limite.

Oggi ho giocato leggermente meglio nei momenti importanti della partita. Il primo set è stato come una montagna russa, ho provato a restare lì mentalmente e sono ovviamente molto felice della mia prestazione" , ha dichiarato Sinner ai microfoni dell'ATP.

"Il secondo set è terminato 6-1, è vero, ma lui ha avuto molte occasioni. Ho eseguito davvero bene lo schema di gioco deciso con il mio team. Non dirò esattamente quello che ci siamo detti prima della partita, ma ci siamo imposti di essere aggressivi.

Quando ha molto tempo a disposizione per colpire la palla, gioca davvero bene. Sai che devi cambiare e sistemare alcune cose; anche lui lo ha fatto rispetto al nostro ultimo incontro. Cambieremo qualcosa anche la prossima volta che ci sfideremo.

Era la nostra settima partita, ci consociamo bene. Questo rende le cose, per entrambi, più semplici e più complesse allo stesso tempo. Oggi era il mio giorno. Vedremo cosa accadrà ora, sono concentrato sulla finale” .

Jannik Sinner Carlos Alcaraz
SHARE