Adriano Panatta, duro attacco a Jannik Sinner: "Bagnaia era in moto dopo tre giorni"

Anche l'ex vincitore del Roland Garros 1976 ha parlato del caso Sinner

by Antonio Frappola
SHARE
Adriano Panatta, duro attacco a Jannik Sinner: "Bagnaia era in moto dopo tre giorni"
© Elsa/Getty Images

“Sfortunatamente non ho avuto abbastanza tempo per recuperare dopo i tornei in America e purtroppo non potrò fare parte della squadra a Bologna. È sempre un onore giocare per il nostro Paese e sono convinto di tornare in nazionale al più presto.

Un grosso in bocca al lupo ai ragazzi, ci vediamo” . Jannik Sinner, lo scorso 7 settembre, ha annunciato che non parteciperà alla fase a gironi della Coppa Davis. L’altoatesino ha deciso di prendersi del tempo per recuperare sia dal punto di vista fisico che mentale dopo la dura sconfitta subita agli ottavi di finale degli US Open contro Alexander Zverev.

Adriano Panatta su Jannik Sinner: "Aveva già detto no alle Olimpiadi"

Adriano Panatta e Nicola Pietrangeli, che hanno fatto la storia dell’Italia in Coppa Davis, non hanno accettato di buon grado la decisione di Sinner.

Panatta, in diretta a La Domenica Sportiva, ha fatto riferimento all’episodio che ha coinvolto Francesco Bagnaia. Il campione in carica del Motomondiale e leader in Moto GP, è tornato in pista a Misano nonostante il grave incidente che ha messo seriamente a rischio la sua integrità fisica a Barcellona.

Il pilota italiano è caduto in una delle prime curve ed è stato colpito da un suo collega - Brad Binder - alle gambe. A pochi giorni dall’accaduto, Bagnaia ha onorato il suo impegno ottenendo un significativo terzo posto al Gran Premio motociclistico di San Marino e della Riviera di Rimini.

“Sinner aveva già detto no alle Olimpiadi. Al giorno d’oggi i tennisti sono aziende e si guarda solo ai guadagni, soprattutto per chi gli sta intorno. La parte sentimentale è quasi sparita” , ha dichiarato Panatta.

“Bagnaia era in moto dopo tre giorni. Alla fine penso che l’Italia vincerà comunque visto che la Davis non la gioca più nessuno. Per non abbiamo un doppio e se dovesse scappare un singolare allora più diventare un problema.

E’ una storia molto antipatica” . L'Italia popolerà il Gruppo A: lo stesso di Canada, Cile e Svezia. Le prime due classificate guadagneranno l'accesso alla Fase Finale, che si disputerà a Malaga dal 21 al 26 novembre.

Adriano Panatta Jannik Sinner Roland Garros
SHARE