La fiducia di Jannik Sinner a Toronto: "Sento di essere in buona forma"

Il tennista italiano ha battuto Monfils, raggiungendo le semifinali del torneo canadese

by Gianluca Ruffino
SHARE
La fiducia di Jannik Sinner a Toronto: "Sento di essere in buona forma"
© Twitter Atp Tour

Un altro piccolo passo verso una grande prima volta. Vince a fatica Jannik Sinner il suo match di quarti di finale, ultimo di giornata, al Master 1000 di Toronto contro uno stoico e mai arrendevole Gael Monfils. Finisce 6-4 4-6 6-3 a favore dell’altoatesino, unica testa di serie rimasta tra i finalisti, che inevitabilmente si ritroverà addosso tutte le pressioni dei favori del pronostico.

Dopo il successo sul tennista francese, Sinner ha parlato in conferenza stampa, analizzando la sua prestazione.

Sinner su Cahill: “Un piacere averlo in squadra”

Per prima cosa il numero uno italiano ha lodato il suo avversario, tornato ad un ottimo livello dopo gli infortuni che l’hanno martoriato nell’ultima stagione.

“Come ho detto in campo, lo conosco [Monfils] abbastanza bene. È un personaggio molto speciale nel nostro tennis. Ed è bello vederlo. Il pubblico lo adora. È stato infortunato per molto tempo. Giocare di nuovo a un livello così alto è bello anche per lui.

Penso che si senta bene” ha detto Sinner, che poi ha parlato della partita: “Giocare contro Gael è sempre molto difficile perché non sai mai cosa ti aspetta. Dovevo spingere la palla, ma non troppo, perché lui difende molto, molto bene.

Forse avrei potuto andare un po' più a rete. Ha un talento tale che a volte vai a rete e poi fa dei passanti incredibili. È stato un giocatore da Top 10. Ha vinto molti, molti tornei e questo si vede”. Sulle responsabilità di essere il favorito, il 22enne italiano ha dichiarato: “È bello essere di nuovo nella posizione di giocare una partita molto importante domani.

Ho avuto molti tornei come questo in cui mi sono trovata in questa fase del torneo, e sono felice di essere di nuovo qui. E spero di poter fare meglio. Ma in un altro modo, ero concentrato sulla partita di oggi. Domani sarà...

o oggi (sorridendo) sarà di nuovo un problema diverso perché l'avversario è un altro. Lui ha vinto contro il numero uno del mondo. Quindi sarà molto, molto dura. E questo lo so. D'altra parte, come ho detto, sono felice di essere di nuovo in semifinale”.

Il rapporto con Darren Cahill. “Il rapporto sta andando molto bene. Ovviamente è uno dei migliori allenatori al mondo. Lo ha dimostrato con tutti i tipi di giocatori, uomini e donne, di diverse età. Ed è ovviamente un piacere averlo in squadra.

Sento che la combinazione con lui e Simone sta andando molto bene. Oggi gli ho chiesto di spingermi un po' di più perché il pubblico era un po' più dalla parte di Gaël. Anche fuori dal campo il rapporto è molto buono.

Parliamo di tutto. Mi sta insegnando anche a giocare a golf. Quindi è un'ottima cosa” ha spiegato Sinner. Il tennista altoatesino ha poi concluso parlando dell’importanza della forza mentale. “È la parte più importante del gioco.

All'inizio dell'anno ho commesso qualche errore. Come dico sempre con l'esempio del Roland Garros. Ho avuto una mentalità sbagliata. Ma sento di aver imparato molte cose da questo tipo di partite, in cui a volte bisogna commettere errori per capire.

E sento che ora sono in una forma mentale e di rendimento molto buona. Ovviamente posso fare molto, molto meglio, ma bisogna farlo anche nelle sessioni di allenamento quando si è stanchi, quando si sente un po' di dolore.

Devi passare attraverso questo processo che molto probabilmente si verificherà in partita. E si può lavorare molto su questo aspetto”. In semifinale Sinner sarà dunque atteso da Tommy Paul, che ha sorpreso Carlos Alcaraz ai quarti.

Jannik Sinner
SHARE