Jannik Sinner in campo a Wimbledon con un borsone Gucci: la scelta è storica

Il particolare ha interessato anche il New York Times

by Luca Ferrante
SHARE
Jannik Sinner in campo a Wimbledon con un borsone Gucci: la scelta è storica

L'ingresso in campo per la prima volta quest'anno sul centrale di Wimbledon ha avuto un effetto decisamente particolare per Jannik Sinner. L'acclamazione dei tanti spettatori (che ricordano bene l'impresa contro Carlos Alcaraz e la vittoria sfiorata ai danni del campione in carica Novak Djokovic) e l'emozione dell'esordio sono state accompagnate da una prima storica per il tennis mondiale.

Infatti, il tennista altoatesino si è presentato con due grandi borsoni, uno solito contenente le sue racchette e l'altro lussuoso ricoperto dal suo personale logo (per renderlo unico) e da quello di Gucci. Una scelta storica e mai vista, che potrebbero diventare presto un nuovo investimento e una vetrina interessante per i marchi di alta moda nel tennis.

La scena è stata immortalata dalla stessa azienda sui social: "Jannik, brand ambassador, è stato catturato sul campo di Wimbledon, dove ha vinto la sua prima partita con un borsone Gucci, unico nel suo genere e disegnato su misura per lui".

Una svolta storica

Questo 'evento' ha dietro una serie di passaggi burocratici e di autorizzazioni che il marchio è riuscito a ricevere collaborando con il team del giocatore azzurro.

L'azienda ha spiegato come abbia ottenuto "l'approvazione da parte della Federazione internazionale del tennis, dell'Associazione dei professionisti del tennis e dei Grand Slam, incluso Wimbledon, per garantire che la borsa soddisfi i requisiti necessari".

I tennisti rispettano infatti un regolamento che definisce cosa possono indossare e portare in campo: ci sono limiti alle dimensioni, al posizionamento e al numero di loghi su maniche, colletti, fasce per la testa, calze e anche borse per l'attrezzatura.

Una svolta incredibile per il mondo del tennis e a sperimentarla per la prima volta è stato un italiano. La questione ha interessato anche il New York Times, che ha dedicato un articolo sull'accaduto Photo credit: Wimbledon.

Jannik Sinner Wimbledon
SHARE