McEnroe e i dubbi sull'integrità di Sinner: "Ha tanti problemi fisici. Non so se..."



by GENNARO DI GIOVANNI

McEnroe e i dubbi sull'integrità di Sinner: "Ha tanti problemi fisici. Non so se..."

Tra poco meno di una settimana prenderà il via uno degli appuntamenti più sentiti della stagione tennistica, Il Roland Garros. Il secondo major dell’anno, dopo l’Australian Open, sancirà la fine degli eventi sulla terra battuta in campo europeo.

Tanti i tornei che hanno appassionati i fan nell’ultimo periodo. Monte-Carlo, Madrid e Roma sono stati quelli più illustri, ma anche Barcellona ha regalato spettacolo. Dopo il doloroso annuncio di Rafael Nadal, in merito al suo forfait allo slam parigino, di cui è recordman, avendolo vinto per ben 14 volte, si aprono scenari interessanti su diversi tennisti che potrebbero contendersi il prestigioso titolo finale.

Uno degli uomini più attesi nel tabellone è il numero uno italiano Jannik Sinner. L'azzurro sarà la testa di serie numero 8. Reduce da un’esperienza non indimenticabile agli Internazionali Bnl d’Italia, dove è uscito a sorpresa contro l’argentino Francisco Cerundolo, l’altoatesino vuole riscattarsi e migliorare il suo rendimento a Parigi, dove due anni fa si spinse fino ai quarti di finale.

In attesa di conoscere il tabellone, l’azzurro sta preparando l’importantissimo impegno, allenandosi con Dominic Thiem, ex finalista. In questi giorni molti tifosi e addetti ai lavori si divertono a fare pronostici su chi possa alzare l’11 giugno il prestigioso trofeo.

Uno tra questi è l’ex leggenda americana John McEnroe, che ai microfoni di Marca, ha rilasciato un’intervista toccando diversi temi. Dai favoriti a Parigi, ai talenti più luminosi della nuova generazione.

Uno tra questi è proprio l’azzurro, sul quale il 7 volte campione slam ha espresso un interessante parere:

McEnroe sulle condizioni di Jannik Sinner

La prima cosa è essere in salute. Sta avendo molti problemi fisici, che a volte sono il prodotto della pressione che uno sente a causa delle aspettative riposte su di lui.

Non so se si allena troppo o troppo poco. Non faccio parte della sua vita quotidiana. So che ha firmato con Darren Cahill per fare un passo avanti e ci sono momenti in cui sembra che possa farlo. Avrebbe potuto vincere gli US Open se avesse vinto il match con Alcaraz.

Sarei molto sorpreso se non vincesse presto un Grande Slam. Quando smetterà di infortunarsi, la sua fiducia aumenterà”, ha analizzato. Chi ha più chance di vincere il secondo slam dell’anno? John è sicuro: “Alcaraz, innanzitutto, e poi Djokovic.

Siamo alla fine di un'epoca e altri come Carlos e Rune stanno arrivando. Lo spagnolo ha dimostrato di essere pronto, gli altri giovani non lo sono ancora. Avrà più pressione di tutti”, ha spiegato. Photo Credit: Official account Instagram