Sinner: “Alcaraz attualmente superiore, ma ho dimostrato di poterlo battere”

Il numero uno azzurro punta a fare bottino pieno nella Capitale

by Giuseppe Migliaccio
SHARE
Sinner: “Alcaraz attualmente superiore, ma ho dimostrato di poterlo battere”

È giunta l’ora di centrare il bersaglio grosso per Jannik Sinner. Il tennista altoatesino è partito a razzo in questo 2023 vincendo a Montpellier e raggiungendo due semifinali e una finale nei Masters 1000 fin qui disputati, nonché scalando la classifica mondiale di ben sette posizioni.

Al momento di piazzare la zampata decisiva, però, è mancato qualcosa al numero uno azzurro, che arriva a Roma con la voglia di fare bottino pieno. Il tutto dovrà passare, inevitabilmente, per la vittoria contro tanti giocatori di alto rango del calibro di Carlos Alcaraz, con il quale i media già prefigurano un’accesa rivalità che durerà per anni.

Sinner, tuttavia, non è affatto timoroso dello spagnolo, che ha già dato prova di saper sconfiggere: “Il confronto con lui è molto stimolante, ma al momento è a un livello superiore di dove sono io, guardando cosa ha vinto e la classifica.

Tuttavia, ho dimostrato di poterlo battere e quindi se riesco a esprimere il mio miglior tennis posso giocarmela con chiunque. Mi sento pronto di poter fare bene e quindi spero di esprimermi al meglio a Roma”, ha dichiarato Sinner ai microfoni di SuperTennis.

Sinner: “Connessione speciale coi tifosi a Roma”

L’avventura nella Capitale di Jannik Sinner comincerà col match contro il qualificato Thanasi Kokkinakis. L’azzurro ha evidentemente le armi per poter prevalere, ma oltre alla tecnica servirà sempre quel qualcosa in più che può dare, per esempio, il pubblico sugli spalti.

L’altoatesino questo lo riconosce e, ai microfoni di SuperTennis, dimostra di avere piena coscienza dell’essenzialità dell’apporto dei tifosi, che può spingerlo molto avanti: “Sono stato continuo in questa stagione e mi sento di fare bene in tutti i tornei a cui prendo parte.

Qui a Roma la connessione con il pubblico è speciale e mi può dare quel qualcosa in più che voglio usare in partita” . Sinner viene da un avvio di 2023 estremamente convincente: un trionfo in quel di Montpellier, due semifinali e una finale nei tornei 1000 a cui ha preso parte, risultati peraltro raggiunti avendo la meglio su giocatori di primissimo livello come Taylor Fritz, Andrey Rublev e Carlos Alcaraz.

Traguardi, questi elencati, che gli hanno permesso di guadagnare sette posizioni nel ranking ATP, che oggi lo vede in ottava piazza. Photo Credits: Reuters

Alcaraz
SHARE