Jannik Sinner dà forfait a Marsiglia: "Ho un po' di febbre"

Periodo di pausa più lungo per il tennista altoatesino, che ora si preparerà per i 1000 americani

by Redazione
SHARE
Jannik Sinner dà forfait a Marsiglia: "Ho un po' di febbre"

La decisione è arrivata proprio negli ultimi minuti, prima di prepararsi per scendere in campo e disputare il match degli ottavi di finale. Jannik Sinner ha ufficializzato il ritiro dall'Atp 250 di Marsiglia, che lo avrebbe sicuramente visto fra i protagonisti assoluti.

L'altoatesino ha annunciato di non essere in buone condizioni fisiche per affrontare il torneo francese, scegliendo così di riposarsi più del previsto prima di spostare tutta la sua attenzione sui Masters 1000 americani a Indian Wells e Miami.

L'azzurro ha motivato il suo forfait a L'Equipe: "Dopo la finale di Rotterdam ho iniziato a sentirmi male. Gli ultimi giorni non avevo energie e non riuscivo ad allenarmi bene. Ho un po' di febbre" ha dichiarato il tennista italiano, spiegando i motivi che lo hanno portato ad annunciare il ritiro.

Il talentuoso 21enne ha anche aggiunto: "Abbiamo aspettato fino all'ultimo per prendere una decisione definitiva. Purtroppo il mio corpo non è in buona forma" ha concluso, preoccupando un po' i tifosi sulle parole espresse riguardo le attuali condizioni fisiche.

Concluso il tour de force di Sinner

È terminato anzitempo il tour de force sul cemento indoor per il nativo di San Candido, che avrebbe dovuto sfidare giovedì 23 febbraio il giovanissimo giocatore di casa Arthur Fils, già battuto in occasione dell'Atp 250 di Montpellier.

Sinner non ha così sfruttato l'opportunità di conquistare altri punti preziosi in chiave ranking a Marsiglia, nel quale era ai nastri di partenza come testa di serie numero 2 della competizione. Una settimana che l'altoatesino utilizzerà per recuperare dall'influenza e dalle fatiche di Montpellier e Rotterdam, appuntamento in cui è stato comunque in grado di ottenere ottimi risultati.

Ora l'italiano si concentrerà sulle manifestazioni di Indian Wells e Miami, dove dovrà confermare il livello di gioco espresso nell'ultimo periodo. Negli Stati Uniti il 21enne potrebbe andare alla ricerca del primo 1000 della carriera: proprio a Miami, due anni fa, si spinse fino all'atto conclusivo, perdendo in finale dall'amico polacco Hubert Hurkacz. Photo credit: Open 13 Provence.

Jannik Sinner
SHARE