Jannik Sinner, 8 ottavi di finale negli Slam a 21 anni: eguagliato Roger Federer



by   |  LETTURE 2587

Jannik Sinner, 8 ottavi di finale negli Slam a 21 anni: eguagliato Roger Federer

Record su record per un ragazzo di appena 21 anni, che sta dimostrando grandi qualità anche negli appuntamenti più prestigiosi di una stagione. Dopo aver superato i primi turni nell'edizione 2023 degli Australian Open, Jannik Sinner ha migliorato i suoi numeri riguardanti le partecipazioni agli ottavi di finale nei Grandi Slam.

L'altoatesino infatti è il tennista più giovane ad aver strappato il pass per otto volte dopo Novak Djokovic, che è riuscito in questa 'impresa' tra il 2006 e il 2009. Un rendimento continuo e comunque importante da parte dell'altoatesino, che riesce quasi sempre a non farsi sorprendere durante le prime insidiose partite e ad arrivare ai match più ostici contro i migliori giocatori del circuito.

Il risultato dell'italiano è possibile paragonarlo a quanto hanno fatto i Big Three alla stessa sua età: in questa speciale classifica il talentuoso 21enne ha appena eguagliato il campione svizzero Roger Federer, che a 21 anni aveva preso parte proprio a 8 ottavi Slam.

Il nativo di San Candido potrebbe però superare presto Re Roger, avendo ancora a disposizione il Roland Garros e Wimbledon prima di salire a quota 22 come anni di età. L'attuale numero 16 del mondo resta dietro al serbo e a Rafael Nadal, che hanno giocato rispettivamente 10 e addirittura 11 ottavi Slam.

Nel caso Sinner confermasse questa incredibile statistica nei prossimi due Slam, raggiungerebbe Nole ma non lo spagnolo, in questo momento inarrivabile.

L'attenzione su Tsitsipas

Domenica 22 gennaio, nella mattinata italiana, Jannik Sinner sarà chiamato a un'importante prova di maturità dal punto di vista mentale e del gioco.

Agli ottavi dovrà vedersela (nuovamente, visto il loro incrocio agli Australian Open 2022) col greco Stefanos Tsitsipas, ampiamente avanti nei precedenti. L'altoatesino dovrà dimostrare il suo momento di crescita sotto diversi aspetti e provare a battere un tennista della top 5 per rilanciarsi e mandare un segnale a tutto il circuito.

Servirà una prestazione attenta e generosa, simile anche a quelle offerte nei match contro Djokovic e Carlos Alcaraz nella scorsa annata. La motivazione non manca in Sinner e nel suo staff, che lo ha ben incoraggiato in vista della super sfida prevista a partire dalle ore 9.

In palio un posto per i quarti di finale e la consapevolezza di poter ambire a un risultato di spessore in questa prima prestigiosa competizione dell'anno.