Jannik Sinner e lo scherzo con Darren Cahill: "Gli insegno a mangiare gli spaghetti"



by   |  LETTURE 2607

Jannik Sinner e lo scherzo con Darren Cahill: "Gli insegno a mangiare gli spaghetti"

Dopo la prima, buona anche la seconda. Jannik Sinner ha saputo superare le diverse difficoltà che si sono presentate nel corso del match contro il beniamino di casa Thanasi Kokkinakis e ha strappato il pass per i quarti di finale dell'Atp 250 di Adelaide.

L'altoatesino, dopo un primo set complicato in cui è riuscito a spuntarla nel cruciale tie-break, è cresciuto ulteriormente di livello nel secondo parziale e ha chiuso una contesa che poteva pericolosamente allungarsi.

Il tennista azzurro ha mostrato alcuni importanti miglioramenti in questo inizio di stagione 2023, aumentando l'efficienza e la quantità di prime palle in campo. I maggiori problemi il nativo di San Candido li ha affrontati nel primo set, nel quale ha dovuto annullare molte palle break: quando era stato in grado di portarsi in vantaggio di un break, alla seconda occasione, il giocatore italiano ha avuto un calo e rischiato anche di perdere il parziale per 7-5.

Il talentuoso 21enne è stato abilissimo a mantenere altissima la concentrazione in tutti i momenti cruciali della sfida.

Le parole di Jannik Sinner

Al termine del confronto, Sinner è stato intervistato al centro del campo e ha espresso le sue considerazioni sulla prestazione: "È sempre dura giocare contro Thanasi Kokkinakis, ricordo ancora come fu difficile il nostro unico precedente a Cincinnati.

Ringrazio il pubblico per aver supportato anche me, seppur lui fosse di casa qui. Il sole all’inizio mi ha creato problemi, poi ho alzato il mio livello, soprattutto nel tie-break" ha spiegato l'altoatesino. Poi ha aggiunto: "Dentro di me provo tante emozioni ma cerco di apparire calmo in ogni momento.

Sono stato anche fortunato nel primo parziale, visto che un nastro mi ha 'salvato' alla quarta palla break" ha sottolineato. Prima di concludere, il divertente siparietto con coach Darren Cahill: "Gli sto insegnando a mangiare gli spaghetti e penso se la stia cavando abbastanza bene.

Scherzi a parte, io non ho niente da insegnargli. Lui invece mi sta insegnando tante cose su come stare in campo, sono molto contento di averlo nel mio team" ha concluso.