Jannik Sinner è arrivato in Australia: le prime parole dell'altoatesino



by   |  LETTURE 2388

Jannik Sinner è arrivato in Australia: le prime parole dell'altoatesino

Jannik Sinner è arrivato da poche ore con il suo team in Australia, nello specifico ad Adelaide. L’altoatesino ha rinunciato alla Coppa Davis per recuperare dall’infortunio alla mano e non forzare la preparazione in vista del 2023 tennistico.

L’azzurro disputerà l’Adelaide International 1, torneo ATP 250 che vedrà ai nastri di partenza anche campioni del calibro di Novak Djokovic, Felix Auger-Aliassime, Daniil Medvedev, Andrey Rublev e Holger Rune.

Jannik Sinner è arrivato in Australia: "Voglio vincere"

Sull’account Instagram ufficiale degli Australian Open, è stata pubblicata una breve e interessante intervista rilasciata da Sinner. “Voglio vincere.

Per me è la prima cosa. Prima però devi perdere. Al mio debutto in Australia non è stato facile. Ci sono sempre delle sfide nuove" , ha spiegato Sinner. "C’è molto lavoro, ovviamente. Quando mi alzo dal letto ogni mattina cerco di migliorare in ogni aspetto.

Ho avuto una buona partenza nel 2022, raggiungendo i quarti di finale a Melbourne, quindi spero di ripetermi ed iniziare al meglio anche la prossima stagione, vedremo. Vedremo cosa mi porterà la prossima stagione dentro e fuori dal campo.

Spero possa essere una grande annata” . Lo scorso anno, Sinner ha raggiunto i quarti di finale a Melbourne, ma non è riuscito mai a mettere in difficoltà Stefanos Tsitsipas. Dopo quell’incontro, arriverà la decisione di separarsi dallo storico coach Riccardo Piatti e affidarsi a un allenatore e a uno staff completamente diversi.

La scelta è ricaduta su Simone Vagnozzi, successivamente affiancato dall'esperto Darren Cahill. Una collaborazione iniziata con la positività al Covid-19 e il forfait a Rotterdam. Sinner ha poi dovuto fare i conti con diversi problemi fisici e non ha potuto esprimere il suo miglior tennis con continuità.

Emblematico il doppio ritiro ai Masters 1000 di Indian Wells e Miami. Anche al Roland Garros, l'azzurro ha alzato bandiera bianca nel corso del match con Andrey Rublev, valido per l'accesso ai quarti di finale dello Slam parigino. Photo Credit: Getty Images