Jannik Sinner svela quali sono gli obiettivi per il 2023

Dal lavoro con Vagnozzi all'obiettivo Finals. Sinner si confessa alla vigilia della nuova stagione e punta in alto

by Perri Giorgio
SHARE
Jannik Sinner svela quali sono gli obiettivi per il 2023

Jannik Sinner ha vissuto una stagione altalenante. Non per questo insufficiente. Il talento azzurro, nonostante la marea di infortuni che ha dovuto affrontare, si è fermato presumibilmente con la testa alla sconfitta subita da Carlos Alcaraz agli Us Open.

Sconfitta che difficilmente potrà dimenticare, date le circostanze. A ogni modo, Sinner è rimasto nei primi quindici giocatori del mondo, ha vinto Umago e ha raggiunto i quarti di finale a Wimbledon. Non esattamente tutto da buttare, quindi, per l'allievo di Simone Vagnozzi che ovviamente nel corso del 2022 ha cercato di apportare delle migliorie tecniche al proprio tennis.

E soprattutto al servizio. "E' stata una stagione dura per me, ho avuto piccoli problemi in tanti tornei" - ha confessato un'intervista per il podcast dell'ATP - "Ma da un altro punto di vista ho giocato molte partite, ho ottenuto risultati più continui con tanti ottavi e tanti quarti di finale.

E' stato un anno sfortunato, ma per molti aspetti posso essere fiero di quello che ho fatto" Numericamente è andata peggio, visto che ha giocato sette tornei in meno rispetto alla stagione precedente (diciannove contro ventisei) ma ha perso in due sole occasioni al primo turno rispetto alle otto del 2021.

Da Wimbledon, Sinner ha scelto di far entrare nel team anche un super coach: Darren Cahill. "Ma con Simone Vagnozzi sta andando molto bene. Lavoriamo tanto dal punto di vista fisico e ora inizierà la fase per noi più importante, la preparazione invernale.

Nelle prossime settimane avremo modo di lavorare tanto. Sono convinto che il mio fisico sarà più forte. Anche dal punto di vista tecnico, avremo l'occasione di mettere a punto e automatizzare sempre di più le novità su cui abbiamo lavorato quest'anno" ha spiegato.

Obiettivo? Migliorare, migliorare, migliorare. E riacciuffare di nuovo un posto tra i migliori otto nella Race in modo da giocare le Atp Finals. "Punto a Torino, voglio tornare a giocare le Nitto ATP Finals. So che ce la posso fare, ma sarà decisivo non saltare match e tornei importanti come sono stato costretto a fare quest'anno".

Jannik Sinner
SHARE