Musetti suona la carica: "Possiamo vincere anche senza Sinner e Berrettini"



by   |  LETTURE 2728

Musetti suona la carica: "Possiamo vincere anche senza Sinner e Berrettini"

È tutto pronto per l’esordio dell’Italia alle Fasi Finali della Coppa Davis. Il team capitanato da Filippo Volandri sarà costretto a rinunciare ai due giocatori con la migliore classfica. Jannik Sinner e Matteo Berrettini non sono infatti riusciti a superare gli infortuni subiti rispettivamente al Masters 1000 di Parigi-Bercy e al torneo ATP 250 di Napoli.

L’attuale capitano della squadra italiana di Coppa Davis ha deciso di convocare Lorenzo Sonego al posto di Sinner, ma di non sostituire Berrettini con un quinto tennista. A guidare la spedizione azzurra a Malaga, oltre al piemontese, saranno Lorenzo Musetti, Fabio Fognini e Simone Bolelli.

Il talento di Carrara, in particolare, dovrà fare la differenza in singolare e contro gli Stati Uniti dovrebbe affrontare Taylor Fritz. Lo statunitense ha raggiunto le semifinali alle ATP Finals ed è stato sconfitto solo dal futuro vincitore del torneo Novak Djokovic.

Musetti: "Possiamo vincere anche senza Sinner e Berrettini"

“La sto vivendo molto bene, siamo amici in questo gruppo. C'è armonia. Le mancanze di Sinner e Berrettini sono pesanti, sono le punte di diamante del team, ma ci daranno supporto da lontano.

Cercherò di tirare fuori il meglio, sono convinto che possiamo vincere anche senza Matteo e Jannik. Sono in condizione, ci stiamo allenando bene. Il campo è più veloce rispetto a Bologna, ma le palle si usurano parecchio.

E' un campo che sulla carta favorisce gli americani, ma anche noi abbiamo delle caratteristiche che si adattano al veloce indoor. Ci divertiamo con energia e motivazione, la stiamo vivendo bene" , ha dichiarato Musetti ai microfoni di Sky Sport.

"Contro Fritz è dura, arriva da una stagione incredibile. E' fastidioso su questi campi, serve bene ed è pesante da fondo. Da quando ho perso a Wimbledon sono cambiato molto, ho battuto anche giocatori di un certo calibro ed è aumentata la mia fiducia.

Spero di giocare senza pensieri e di esprimere il mio miglior tennis. La Coppa Davis è molto importante, la viviamo in più tappe e unisce tantissimo. Ci fa vivere con intensità ed energia grazie alla squadra e al gruppo, che unisce a raddoppia le emozioni" . Photo Credit: Getty Images