Jannik Sinner si racconta: "Dal ritiro di Federer alla Davis, e vi svelo la favorita"



by   |  LETTURE 4367

Jannik Sinner si racconta: "Dal ritiro di Federer alla Davis, e vi svelo la favorita"

Jannik Sinner è ormai considerato da tutti come uno dei tennisti più talentuosi del circuito. Il tennista azzurro, insieme a Carlos Alcaraz, è valutato come uno dei possibili eredi della NextGen per prendere l'eredità dei Big Three, i tre atleti che hanno fatto la storia dello sport recente.

Il 2022 di Sinner ha vissuto fasi alterne ma ora l'azzurro vuole confermarsi nel torneo di Sofia, probabilmente il suo torneo preferito. Il tennista altoatesino ha vinto le ultime due edizioni del torneo ed ora è a caccia del tris.

Jannik ha disputato finora un torneo senza sbavature ed ha raggiunto le semifinali del torneo. Ora, sul suo cammino, sono pronti i due ostacoli più importanti ed in semifinale lo attende il danese Holger Rune. In conferenza stampa Jannik ha trattato di tanti temi, dal ritiro di Roger Federer alle possibilità dell'Italia in Coppa Davis.

Ecco le sue parole: "Il ritiro di Roger Federer? È un tennista che non ho mai affrontato, mi dispiace che si sia ritirato dal tennis e questa è una cosa che non penso solo io. Ho visto il suo ultimo match ed è stata una cosa davvero molto emozionante.

C'erano tutti i tennisti con cui ha condiviso la sua carriera, i suoi coach e la sua famiglia. È stato un addio emozionante per lui e per tante persone che hanno assistito a ciò. Alla fine quando io sono entrato nel circuito lui già era fermo a causa dei problemi fisici e non ho mai avuto la possibilità di affrontarlo.

Sarebbe stato bello sfidarlo almeno una volta, è stato un vero peccato"

Sinner sulla sfida con Rune e sulla Coppa Davis

In semifinale Jannik affronterà Holger Rune, uno dei tennisti più interessanti della NextGen.

A riguardo il tennista azzurro ha commentato: "Ci siamo allenati in diverse occasioni, ma non ci siamo mai affrontati in un torneo. Sarà totalmente nuovo sia per me che per Lui, è un test difficile e spero di farmi trovare pronto.

Finora ho giocato a livello molto alto e spero di fare lo stesso anche contro Rune" Infine Jannik ha parlato della squadra favorita per la Davis ed ha chiosato: "Dico sicuramente la Spagna, anche se sarà senza Rafael Nadal.

Hanno il tennista numero uno al mondo più Pablo Carreno Busta, Roberto Bautista Agut e tanti altri. Noi siamo forti, ma ci sono tante squadre interessanti. Tengo molto alla Coppa Davis, la gioco anche con piacere, è una competizione a nazioni. Spero che nella prossima fase del torneo a Malaga le cose vadano bene"