"La peggiore della mia vita": Sinner non nasconde la delusione dopo la sconfitta

Jannik Sinner ha provato ad analizzare la sconfitta con Alcaraz agli Us Open. Il talento azzurro, però, fatica tendenzialmente a nascondere la delusione

by Perri Giorgio
SHARE
"La peggiore della mia vita": Sinner non nasconde la delusione dopo la sconfitta

Parlare di purissima recriminazione sarebbe fuorviante: Jannik Sinner, pur dilapidando un match point a disposizione nel quarto set, ha reagito mentalmente a tutte le situazioni di vantaggio e di svantaggio. Ci ha provato con tutto quello che aveva a disposizione.

Alla soglia delle cinque ore e venti di gioco semplicemente non è riuscito ad assestare la spallata decisiva. Pesa anche il 3-2 40-15 a disposizione nel quinto set, ma tant'è. Alcaraz ha avuto il killer-instinct, Sinner no.

Di questo però sarebbe più giusto parlarne in altre sedi. "Non so cosa è successo" ha detto Sinner in conferenza stampa. "Non è facile parlarne in questo momento perché la partita è finita veramente da poco.

Sarebbe potuta finire i tre o quattro set, il livello in generale è stato molto alto. Il mio servizio a un certo punto non ha funzionato come avrei voluto, ma anche lui ha risposto molto bene. Era la mia seconda volta sull'Arthur Ashe" Provare a determinare cosa abbia fatto la differenza è un compito assai difficile, anche per un mostro-di-lucidità come Sinner.

"Nel terzo set ho avuto un piccolo calo con il servizio e nel quinto sul 40-30 ho sbagliato un brutto dritto. Quando giochi per più di cinque ore alcune cose possono capitare. Di sicuro avrei potuto giocare il game sul 5-4 nel quarto.

Parlare ora è facile, in campo è tutto diverso. Fa parte del gioco. Nei momenti importanti ho servito abbastanza bene, mentre in quel momento tutto è andato dalla sua parte" Nonostante tutto, Sinner può in qualche modo 'consolarsi' le la straordinaria tenuta fisica.

Cinque ore senza un problema, anzi. "Ho chiuso bene, anche fisicamente. Ero preparato per una battaglia simile. La cosa positiva è che sono pronto a giocare per ore e ore, in generale ci sono molte cose che prendo da questo torneo.

Alcaraz è un giocatore che ti costringe costantemente ad alzare il livello" ha spiegato. Diffiile digerire una sconfitta del genere. Soprattutto a caldo. "Ho subito brutte sconfitte, certo, ma questa è in cima alla lista. Mi farà male a lungo. Domani mi sveglierò e cercherò di ripartire, come sempre" ha concluso.

Jannik Sinner Alcaraz Us Open
SHARE