Orgoglio Italia a New York: Matteo Berrettini e Jannik Sinner nella storia



by   |  LETTURE 4931

Orgoglio Italia a New York: Matteo Berrettini e Jannik Sinner nella storia

In questi ultimi anni il tennis italiano ha vissuto uno sviluppo ed una crescita incredibile. Risultati di rilievo sia nel circuito maschile che nel femminile e diversi giovani, tra i più interessanti nel panorama mondiale.

Il 2022 non è stato probabilmente nel rispetto delle aspettative con tanti che si aspettavano la definitiva esplosione di Matteo Berrettini e Jannik Sinner. Il tennista romano ha disputato un'ottima stagione sull'erba con le vittorie a Stoccarda ed al Queen's, ma è stato costretto al ritiro prima di Wimbledon a causa del Covid.

Un forfait pesante visto che Matteo era uno dei favoriti alla vittoria finale e c'era grande rammarico attorno all'azzurro. Nel corso della stagione il Covid ha rallentato anche Jannik Sinner, costringendo l'azzurro a ritirarsi da alcuni tornei a inizio stagione e a cambiare totalmente la sua rivoluzione.

Al di là di questo Sinner ha vissuto una stagione difficile e non è riuscito a rispettare le previsioni che lo vedevano in maniera costante tra i migliori della Top Ten.

Il record di Berrettini e Sinner

La stagione di Matteo Berrettini e Jannik Sinner potrebbe prendere una piega assolutamente diversa negli ultimi giorni e nello specifico durante questi Us Open.

I due azzurri sono entrambi ai Quarti di finale dell'ultimo Slam dell'anno, il torneo di New York. La stagione dei due potrebbe prendere una direzione totalmente diversa in questo torneo e i due sono ora tra i principali candidati al titolo.

Berrettini e Sinner, oltre ciò, entrano in queste ore nella storia del tennis italiano. Per la prima volta l'Italia ha due tennisti in contemporanea nei Quarti di finale di un torneo degli Us Open maschile, un risultato storico per il nostro tennis.

Grandi possibilità per i nostri due tennisti che hanno anche sfide non impossibili sulla carta e che possono migliorare ulteriormente il nostro record. Matteo Berrettini affronterà in serata Casper Ruud nel Quarto della parte alta di tabellone, l'azzurro ha voglia di ripetere la finale di uno Slam dopo Wimbledon ed è pronto al salto qui in America.

Ostacolo più insidioso per Jannik Sinner che affronterà nuovamente il tennista spagnolo, nello scontro tra Golden Boy del tennis mondiale, Carlos Alcaraz. Attesa tutta da gustare ma intanto l'Italia è nella storia, segnando ancora una volta un nuovo record.