"Ha fatto un salto di qualità": McEnroe dà consigli e si sbilancia su Jannik Sinner



by   |  LETTURE 5126

"Ha fatto un salto di qualità": McEnroe dà consigli e si sbilancia su Jannik Sinner

Jannik Sinner si prepara a cominciare un nuovo torneo del Grande Slam con l'ambizione di superarsi e magari di raggiungere quanto meno i quarti di finale del tabellone principale, traguardo già ottenuto agli Australian Open, al Roland Garros e recentemente a Wimbledon.

Sono tanti gli addetti ai lavori che scommettono sul talento e sui margini di crescita dell'altoatesino, che sicuramente non si presenterà agli Us Open con grandi risultati nei Master 1000 precedenti su cemento.

McEnroe si sbilancia

In una recente intervista al Corriere della Sera lo storico commentatore per Eurosport ha espresso alcune interessanti considerazioni sull'azzurro: "Lo dico da anni, per me Jannik è un plurivincitore Slam.

La transizione tra Big 3 e Next Gen si sta rivelando più lenta del previsto, io vedo un futuro simile al tennis femminile: un re diverso per ogni prestigioso torneo. D’altronde una straordinaria terna come Nadal, Djokovic e Federer, capaci di vincere così tanto contemporaneamente, non ci sarà mai più" ha dichiarato.

Poi ha sottolineato: "A Wimbledon Sinner ha fatto un salto di qualità. Ha poco da rimproverarsi: quando Djokovic sale così di livello, non c’è niente da fare. Lui è un cantiere aperto, vedremo cosa succederà nei prossimi sei mesi.

Intanto deve consolidarsi come top 10" ha spiegato. Sul tennis italiano McEnroe ha espresso belle parole: “Prima di tutto gli italiani sono un popolo passionale. Mi è sempre piaciuto giocare in Italia perché ho sempre avuto la sensazione che provassero ciò che io provavo in campo.

Detto questo, non so cosa succeda al tennis azzurro. Quello che ho capito io fin qui è che hanno investito molto in eventi minori, in tornei satellite, nei Challenger; sono riusciti a lavorare bene a livello minore, che credo sia una cosa importante per tutti i Paesi.

Non so a livello strutturale cosa abbiano cambiato, ma di certo c’è grande fermento“ ha concluso. Il nativo di San Candido debutterà martedì a New York col tedesco Daniel Altmaier.